skin adv

Falconara, gara-2 di fuoco. Dibiase: “Il TikiTaka non vorrà lasciare nulla per strada”

 18/05/2022 Letto 221 volte

Categoria:    Femminile
Autore:    Alessandro Cappellacci
Società:    CITTA DI FALCONARA





Alle ore 20 del 22 maggio, sul parquet del PalaBadiali, il Falconara scenderà in campo per gara-2 della semifinale scudetto. Le Citizens, complice il largo successo per 7-1 ottenuto nel primo round, avranno a disposizione due risultati su tre per aggiudicarsi per il secondo anno di fila l’approdo all’ultimo atto dei playoff.

TIKITAKA - “In gara-1 abbiamo fatto una grandissima partita dopo essere andate in svantaggio - premette Angelica Dibiase - e si è vista la forza di questo gruppo. Questa domenica avremo di fronte una squadra che non vorrà lasciare nulla per strada, perciò dovremo ripartire dalla stessa voglia messa nello scorso incontro”. Il roster guidato da Massimiliano Neri, dal canto suo, è interamente focalizzato sull’imminente match, senza badare alla possibile avversaria in finale (Lazio o Pescara). “Stiamo ragionando gara dopo gara - dichiara il portiere -, preoccupandoci esclusivamente di noi stesse. I gradini da salire, d’ora in avanti, saranno sempre più alti, perciò non possiamo distrarci”.

PROGRESSI - Seppur il CdF, reduce dai trionfi in Supercoppa e nella PuroBio Cup, abbia incassato una sola sconfitta - il 13 novembre contro la Lazio - durante l’intero arco della stagione, la numero 1 delle falchette ritiene che il suo team non si sia ancora espresso al 100% del suo enorme potenziale: “Oltre la domenica - spiega l’ex Kick Off -, vedo quello che facciamo negli allenamenti con le compagne e lo staff. I risultati sono dalla nostra parte, certo, ma non abbiamo sempre giocato alla perfezione: possiamo fare molto di più”. Dibiase, una delle protagoniste dell’eccelsa annata marchigiana, è stata inoltre votata dai follower dei canali social di Futsal TV come miglior portiere della regular season: “Non saranno i Futsal Awards - chiosa il pipelet -, ma sono contenta del premio. Ora, però, pensiamo ad andare avanti e progredire, sia individualmente che a livello di squadra”. Il 22 maggio, infatti, è sempre più vicino.


Alessandro Cappellacci
*foto: Débora Braga

 




COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità