skin adv

Olimpus, Ranieri non teme la sosta: "Dipende sempre da come si lavora"

 07/01/2017 Letto 470 volte

Categoria:    Serie A2
Autore:    Pietro Santercole
Società:    OLIMPUS





L'INTERVISTA - C'è chi pensa che una partita dopo la sosta sia più difficile delle altre, perché manca il ritmo partita e non c'è quella tensione tipica di una settimana normale. Se anche questo fosse il pensiero comune, Fabrizio Ranieri sarebbe una voce fuori dal coro.

IL LAVORO AL PRIMO POSTO - "Penso che la sosta non influisca,  perché si ferma anche l'avversaria, troppo spesso è una scusa". Sincero e tranquillo come sempre, il tecnico dell'Olimpus si prepara alla derby laziale con il B&A Sport Orte senza pensare nemmeno al precedente, negativo, dell'andata. "Non credo conti - continua - era la prima giornata, noi avevamo assenze pesanti, le squadre poi hanno lavorato quattro mesi, adesso sono profondamente cambiate ed hanno una quadratura diversa. Noi ci siamo allenati per 20 giorni, praticamente sempre nei giorni feriali. Sono sereno e tranquillo".

DA CHE PUNTO GUARDI LA CLASSIFICA TUTTO DIPENDE - Prato sconfitto 4-2 dall'Atlante Grosseto. Sulla carta un buon risultato per i capitolini, ma Fabrizio Ranieri non cade nel tranello, né allenta la tensione. "Chi lo sa se il risultato del derby toscano può farci piacere - sorride - dipende sempre da che punto si osserva la classifica. Se la si guarda davanti è certamente positivo, sotto non tanto". L'Olimpus per sé e Ranieri per tutti. "E' un campionato equilibrato e ancora indecifrabile - conclude - io sono sempre dell'avviso che dobbiamo ragionare sui nostri risultati. E non sugli altri".  

Pietro Santercole




COPIA SNIPPET DI CODICE