Categoria: Serie A

Autore: Ufficio Stampa

Pubblicato il: 08/01/2017

Letto: 518 volte

Pescara di ripresa, Duarte e la legge dell'ex: 3-1 alla Lazio. Colini da 10

Pescara di ripresa, Duarte e la legge dell'ex: 3-1 alla Lazio. Colini da 10

Pescara- Lazio, la partita che non ti aspetti,  tesa e vibrante, decisa a soli sessanta secondi dalla sirena. Le previsioni, alla luce di quanto mostrato sino ad oggi dai biancazzurri, erano tutte per i padroni di casa, attesi all’ennesima goleada. Niente di tutto questo, un po’ perché il Pescara del primo tempo, lento e macchinoso, mostrava di non aver smaltito del tutto le festività natalizie e tanto per merito dei laziali, attenti e determinatissimi a chiudere a doppia mandata la porta difesa da super Laion, molto di più di un semplice portiere.

LA PARTITA - Colini questa volta lascia fuori nel solito turnover Borruto, Ghiotti e Cuzzolino. Si sente in modo particolare l’assenza del n.17 campione del mondo argentino, capace nelle ultime settimane di prestazioni stratosferiche. L’approccio non è dei migliori, il Pescara gioca con la convinzione che il gol prima o poi debba arrivare e minuto dopo minuto i laziali prendono coraggio e fiducia. Per la verità le occasioni per i padroni di casa fioccano numerose ma vuoi per la bravura di Laion, vuoi per la poca incisività sotto porta i minuti passano e il risultato non si schioda dallo 0-0. Si arriva cos’ al minuto quindici quando prima Chimanguinho colpisce un palo clamoroso con un tiro potentissimo e poi è Laion a sorprendere tutti con una cannonata altrettanto potente. La palla piega le mani protese di Capuozzo, batte sul palo e carambola in rete.  Il Pescara si scuote, Canal colpisce una traversa ma è Fortini ad andare vicinissimo al 2-0 quando sfruttando un errore della difesa pescarese fallisce la conclusione da pochi passi. L’ultimo sussulto è di Salas ma Laion compie l’ennesima prodezza. si va così al riposo con la Lazio, clamorosamente, avanti nel punteggio. Quello che esce dagli spogliatoi è un altro Pescara, che sin da subito mostra ben maggiore determinazione rispetto alla prima frazione. Laion continua ad essere il protagonista assoluto della serata e sembra avere tentacoli, non mani. Chimanguinho, Leggiero, Canal, e per due volte Duarte se lo ritrovano davanti a parare di tutto e di più. L’assedio si fa ogni minuto più serrato, le mischie sotto porta si susseguono sempre più numerose. il gol è nell’aria ed è Mauro Canal a griffare il pareggio con un tiro preciso quanto potente che questa volta sorprende il portiere laziale. Di slancio, come spesso avviene in questi casi, chi prima era in svantaggio trova la forza e l’entusiasmo per mettere la freccia del sorpasso. Ancora un tiro cross di Canal e questa volta è Chimanguinho a trovare di rapina il gol del 2-1. Mancano ancora 10’ alla fine la Lazio replica con Laion costantemente fuori dai pali in veste di giocatore di movimento. L’ex di turno, Giasson, coglie una traversa clamorosa. Il Pescara stringe i denti e serra la difesa. Ultimi fuochi per la Lazio., è Fortini ad essere pericoloso per due volte, prima mandando fuori da pochi passi su azione di contropiede e poi facendosi arpionare la palla da un attentissimo Capuozzo. Scocca il 19’ quando Duarte, assistito da Canal, protagonista in tutte le tre azioni dei gol, realizza a porta vuota la rete del 3-1. Fine dei giochi e decima vittoria per il Pescara che allunga sul Napoli, sconfitto ad Imola. Un buon viatico in attesa del derby di venerdì prossimo.

PESCARA - LAZIO 3-1 (0-1 p.t.)

PESCARA: Capuozzo, Salas, Canal, Duarte, Chimanguinho, Leggiero, Rosa, Morgado, Tenderini, Pulvirenti, Pietrangelo.
All. Fulvio Colini

LAZIO: Laion, Giasson, Fortini, Gedson, Chilelli T., Guercio, Gattarelli, Gastaldo, Chiomenti, Lupi, Chilelli D., Stoccada.
All. Massimiliano Mannino

MARCATORI: 15’40” p.t. Laion, Canal 8’43” s.t, Chimanguinho al 9’20” s.t., Duarte al 19’00 s.t.

AMMONITO: Duarte

ARBITRI: Fabrizio Burattoni (Lugo di Romagna), Riccardo Davì (Bologna) CRONO: Lorenzo Di Guilmi (Vasto)

DELFINI COMMUNICATION AND PRESS OFFICE MANAGER
MASSIMO RENELLA

 



ARTICOLI CORRELATI

#futsalmercato, la corsa a Fernando Wilhelm entra nel vivo: davanti c'è il Pescara

25/06/2017 PESCARA L'INDISCREZIONE - Poteva rimanere al Benfica, i presupposti c'erano, anche se entrambi hanno quais certamente deciso di ...

#futsalmercato, Pescara: Ghiotti e Leggiero, la terza uscita è Japa Duarte

25/06/2017 PESCARA Terzo saluto in casa biancazzurra. Si separano le strade del Pescara C5 e di Vinicius Duarte. L'universale di Ubirata, classe ...

Rosa sta col Pescara: "Tante offerte, ma non le ho prese ma in considerazione"

24/06/2017 PESCARA Per Mati Rosa una stagione, la prima nel Pescara, tutta da incorniciare. Adesso arrivano per lui le meritatissimo vacanze in terra ...

Fernandão si presenta così: "Pescara, ho la tua stessa ambizione"

23/06/2017 PESCARA Presentare Fernando Maciel Gonçalves, meglio conosciuto come Fernandão (San Paolo, 16 agosto 1980), è un onore ...