skin adv

Lo sfogo di Martino: "A Gavignano freddo e campo gelato, una vergogna"

 11/01/2017 Letto 837 volte

Categoria:    Serie C1
Autore:    Francesco Carolis
Società:    ECOCITY CISTERNA





Tomas Martino, ormai si sa, non le manda mai a dire ed è sempre estremamente pungente nelle sue esternazioni: stavolta, il massimo dirigente del Cisterna denuncia le difficili condizioni climatiche nelle quali è maturata la sconfitta di Gavignano, un 7-2 che in casa biancazzurra ha lasciato l’amaro in bocca al di là del risultato del campo.



MARTINO - Il freddo e la neve hanno avuto la meglio su gran parte dello Stivale determinando lo spostamento di gare sia nel futsal nazionale che in quello regionale, a Gavignano, invece, il match si è svolto regolarmente: “È una vergogna - tuona Martino - non si può giocare in condizioni del genere: ho chiesto al Comitato di rinviare l’incontro, ma non è stato possibile. La squadra è arrivata in ritardo al campo perchè la strada era interrotta: abbiamo chiesto la mezz’ora d’attesa, in ogni caso i ragazzi non hanno potuto effettuare il riscaldamento nel modo più consono e hanno giocato su un terreno gelato con condizioni climatiche estreme. Ci vuole più rispetto per le società, che fanno continui sacrifici economici: se la situazione resta così difficile, non dobbiamo lamentarci se le realtà spariscono di continuo. Non siamo tutelati: i giocatori scendono in campo per divertimento e passione, è incredibile ricevere trattamenti di questo genere. Ci sto pensando, credo che questo sia il mio ultimo anno nel calcio a 5. Ci tengo infine a chiedere scusa al Gavignano per il comportamento tenuto da un mio giocatore: la società prenderà seri provvedimenti”.




Francesco Carolis




COPIA SNIPPET DI CODICE