skin adv

#futsalmercato, oltre la visibilità: "Ho ricevuto offerte dall'Italia". Pescara su R10!

 18/05/2017 Letto 4569 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Pietro Santercole
Società:    PESCARA





Un po’ di musica di sottofondo, it’s a kind of “Magico”, tanto per creare l’atmosfera. Silenzio. Luci soffuse, chiudete gli occhi. Immaginate il più forte di tutti in Italia, non solo per una partita o per un’unica esibizione, ma tutte le settimane in giro per i 14 palazzetti della Serie A, che sia Final Eight o playoff fa lo stesso. Immaginate la mediadicità che avrebbe il futsal italiano, qualcosa che andrebbe oltre il concetto di visibilità, perché quando si nomina soltanto quel nome, la pelle di tutti gli appassionati della disciplina sportiva con il pallone a rimbalzo controllato comincia ad accapponarsi, diventa "piel de gallina" come dicono nella Penisola Iberica. Già, la Penisola Iberica, la terra di un Magico portoghese tornato sul tetto d'Europa (con tanto di Scarpa d'Oro) dall'ultima Final Four di Uefa Futsal con gli spagnoli dell'Inter Movistar. Immaginate... ora aprite gli occhi e ascoltate bene quello che dice il top scorer degli ultimi Mondiali colombiani.


 

IMPOSSIBLE IS NOTHING - "Ho ricevuto offerte forti e molto interessanti dal Portogallo, dall'Italia e dalla Russia". Stop, rewind: Ricardinho ha detto per la prima volta: "Italia". Lo ha detto a un certo AS, uno dei quotidiani più letti a Madrid (soprattutto sponda Merengues) conosciuto in tutto il mondo, confermando dei rumors che da qualche giorno gravitavano intorno al fuoriclasse di Gondomar. Rumors che avevano bisogno di conferme per essere credibili, proprio perché si sta parlando di R10, non solo il più forte di tutti, ma anche il principale sponsor del futsal mondiale. Ecco entrare in scena il Pescara. Un Pescara che da un po' di tempo si è mosso per sferrare il colpo del nuovo millenio. Sia chiaro, trattare non fa rima con prendere. Nessuna conclusione affrettata. La situazione è tanto chiara quanto complicata: Ricardinho ha un contratto fino al 2019 con l'Inter Movistar, chi lo vuole senza parlare con la Maquina Verde deve pagare una clausola di 1,5 mln di euro. Oppure trovare una valida alternativa che accontenti tutti. La famiglia Iannascoli punta sullo slogan che "Impossible is Nothing", anche se R10 è Nike e non Adidas. Fa niente se l'impresa non dovesse essere portata a termine, quella frase "Ho ricevuto offerte forti e molto interessanti dal Portogallo, dall'Italia e dalla Russia" è già visibilità per tutti, un sogno a occhi aperti, storia. Una storia tutta da seguire.

Pietro Santercole