skin adv

Tanto movimento sul #futsalmercato: rinforzi o incognite? Parla Di Giacobbe

 18/05/2017 Letto 460 volte

Categoria:    Femminile
Autore:    Alessandro Pau
Società:    ARCA





Sarà un futsalmercato pieno di movimenti per l’Arca femminile, reduce da un buon settimo posto, che non dà il giusto merito alla bella stagione della squadra di Di Giacobbe. In estate diversi addii e molti acquisti.


SETTIMO POSTO – Ormai da un mese la stagione dell’Arca femminile è giunta al termine, con la squadra che si è attestata al settimo posto della graduatoria del Girone A della Serie D, nonostante la nomina di ammazza grandi e il buon filotto di risultati utili consecutivi nel finale di stagione. Il mister analizza così il percorso: “Abbiamo disputato una bella stagione, devo fare i miei complimenti alle ragazze – spiega Giorgio Di Giacobbe - Abbiamo raggiunto gli obiettivi di giocare bene, trovare la nostra stabilità e dar fastidio alle big. Purtroppo è mancato qualcosa per raggiungere il quinto posto che ci avrebbe portato alla Coppa Lazio, ma in ogni caso siamo contenti del nostro cammino”.

FUTURO – E’ tempo di mettersi al lavoro in vista della prossima stagione, e l’Arca è già in moto: si parte ovviamente dal futsalmercato, per sistemare i tasselli mancanti. Al primo posto della lista della spesa c’è la voce “portiere”, come lo stesso Di Giacobbe spiega: “Purtroppo i nostri due portieri ci salutano, e di conseguenza la priorità non può che essere l’acquisto di un portiere. Inoltre stiamo lavorando per due giocatori di movimento, in particolare un ultimo e un pivot, che sono le prime necessità. Abbiamo delle trattatve in corso, dovremmo ricevere a breve un paio di risposte. Del vecchio gruppo ripartiremo dallo zoccolo duro, formato da 6-7 ragazze, e poi andremo ad integrare con nuovi acquisti. Per questo per la prossima stagione non sappiamo cosa aspettarci: la voglia è quella di far bene ovviamente, e magari raggiungere la Coppa Lazio, ma con una squadra quasi completamente nuova ci vorrà del tempo per amalgamarsi”.


Alessandro Pau