skin adv

Laion nell'habitat naturale: "Lazio, puntiamo un po' più in alto"

 19/05/2017 Letto 386 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Pietro Santercole
Società:    S.S. LAZIO





IL PERSONAGGIO - E' stato inserito da tanti allenatori nel miglior quintetto base della regular season. Arrivato alla Lazio nel futsalmercato autunnale, ha contribuito alla salvezza dei biancocelesti senza passare dal labirinto dei playout, abbassando la saracinesca e calando il settebello di marcature. Laion ha trovato il suo habitat naturale.


CAMBIARE L'ARIA - "All'Isola non stavo riuscendo ad esprimermi come volevo e potevo. Cambiare aria mi ha fatto bene, sono arrivato in biancoceleste e mi sembrava di giocare qui già da due anni". Ecco perché il rinnovo dell'estremo difensore italobrasiliano è venuto da sé. "Ho trovato un grande gruppo, una bella società e ho vissuto fra i quattro mesi più belli da quando sono in Italia. Ci tengo a salutare e ringraziare mister Mannino per questi mesi insieme - continua il portiere verdeoro, in uno stralcio di un'intervista ufficiale - non lo conoscevo, ma oltre ad un grande allenatore ho conosciuto una persona straordinaria: se sono riuscito a giocare bene sicuramente è grazie a lui. Gli auguro il meglio per la carriera. Angelini lo conosco, se sono andato via dall'Isola non era certo per problemi con lui, chi era lì lo sa molto bene. Spero che potremo dare continuità ad un lavoro che era iniziato qualche mese fa ma che non era finito”. Ora un periodo di meritata vacanza in Brasile, poi il ritorno in Italia: “Ci aspetta un'altra stagione difficile, ma con umiltà, sforzi e sacrifici potremo pensare di puntare anche un po' più in alto, magari con meno sofferenza della passata annata. Anche se, a dirla tutta, questi quattro mesi e questa salvezza sono sembrati quasi più belli che giocare la finale scudetto ai tempi del Kaos”. 


Pietro Santercole




COPIA SNIPPET DI CODICE