skin adv

Lazio, la Juniores si arrende tra le polemiche: scudetto al Napoli, ma è giallo nel finale

 12/06/2017 Letto 2026 volte

Categoria:    Giovanili
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    S.S. LAZIO





A Monteprandone la squadra di Reali viene battuta di misura da quella partenopea. I biancocelesti giocano un grande match, ma vengono puniti dalla rete di Molaro e dall'autorete di Afilani. Nel finale tre grandi dubbi sui quali la terna arbitrale sorvola.


PRIMO TEMPO - Grande partita della Lazio, che senza paura affronta a viso aperto la sfida col Napoli. I biancocelesti dettano i ritmi della partita, pungendo Bellobuono sin dalle primissime iniziative. È così che, con merito, Biscossi porta avanti la Lazio al termine di un'azione perfetta. La reazione azzurra, però, non tarda ad arrivare, con la carica suonata da capitan Molaro: sassata su punizione e 1-1 al decimo. Lo stesso Molaro si infortunia alla caviglia ed è costretto ad abbandonare la partita. La Lazio, invece, continua a menare le danze, creando occasioni: le più nitide per De Lillo e Gastaldo. Dall'altro lato del campo è Avolio il più attivo, ma Ciarrocchi non si fa mai sorprendere.

SECONDO TEMPO - Nella ripresa la gara continua ad essere in grande equilibrio, con la Lazio che continua a spingere sull'acceleratore ed il Napoli che riparte con grande intensità. Nella prima metà della ripresa sembra di assistere ad una grande fase di stallo, le occasioni ci sono, ma non come nel primo tempo. È così che al decimo una sfortunata autorete di Afilani su iniziativa di Avolio, permette il sorpasso partenopeo. La Lazio reagisce d'orgoglio, con Bellobuono che deve compiere gli straordinari su Di Gregorio. A 6'30'' dalla fine Reali si gioca il tutto per tutto col portiere di movimento e qui qualche decisione arbitrale lascia davvero a desiderare. C'è un gol-non gol dubbio su tiro di Gastaldo, agguantato da Belluobuono in posizione dubbia, poi due falli di mano ignorati dalla terna sulla spinta finale laziale. Le occasioni i romani le creano anche, ma Bellobuono, di riffa o di raffa riesce sempre a sventare. Finisce così, 2-1 per il Napoli che si laurea campione d'Italia cinque anni dopo l'ultima volta. Alla Lazio il rammarico enorme negli occhi dei ragazzi sconfitti ad un passo dal sogno.

LAZIO-LOLLO CAFFÈ NAPOLI: 1-2 (1-1 pt)
LAZIO:
Ciarrocchi, De Lillo, Lupi, Biscossi, Spinola, Luce, Di Gregorio, Gastaldo, Ottaviani, Calzetta, Afilani, Piermarini. All. Reali

LOLLO CAFFÈ NAPOLI: Bellobuono, Tiago, Avolio, Orvieto, Leonese, Sammarco, G. Moccia, Cretella, Giannattasio, Lauritano, Mennella, Molaro. All. De Andrade

MARCATORI: 6’45” p.t. Biscossi (L), 9’06” Molaro (N), 10'13'' aut. Afilani (N)

AMMONITI: Orvieto (N), Giannattasio (N), Spinola (L), Afilani (L), Ciarrocchi (L), De Lillo (L)

ARBITRI: Di Filippo (Teramo), Tiberio (Teramo) CRONO: Di Luigi (Teramo)

FINAL EIGHT JUNIORES MASCHILE (tutte le gare a Monteprandone)
QUARTI DI FINALE – VENERDI’ 9 GIUGNO
AOSTA
-SPORT FIVE PUTIGNANO 8-0
NAPOLI-KAOS FUTSAL 6-5 d.t.r.
SAN PAOLO-PALERMO 8-2
B&A SPORT ORTE-LAZIO 1-5

SEMIFINALI – SABATO 10 GIUGNO
AOSTA-NAPOLI 2-3
SAN PAOLO-LAZIO 2-7

FINALE – DOMENICA 11 GIUGNO
NAPOLI
-LAZIO 2-1

ALBO D’ORO JUNIORES: 1985/86 Marino Calcetto, 1986/87 Marino Calcetto, 1987/88 Circolo Canottieri Tevere Remo, 1989/90 Villa Aurelia Roma, 1991/92 BNL Roma, 1992/93 Torrino Sporting Club, 1993/94 Play Ball Augusta, 1994/95 Città di Palermo, 1995/96 Bonagel Villabate Palermo, 1996/97 Roma RCB, 1997/98 Roma RCB, 1998/99 Lazio Calcio a 5, 1999/00 ITC Nove Studi Palermo, 2000/01 Forst Sicidolce Palermo, 2001/02 Sasol Augusta, 2002/03 La Dominante Seregno, 2003/04 Napoli Calcio a 5, 2004/05 C.L.Terni, 2005/06 C.L.Terni, 2006/07C.L.Terni, 2007/08 Aosta, 2008/09 Aosta, 2009/10 TSC Lazio, 2010/11 Marigliano Marcianise, 2011/12 Napoli, 2012/13 Acqua&Sapone Fiderma, 2013/14 Fenice, 2014/15 Fenice, 2015/16 Kaos Futsal, 2016/17 NAPOLI


S.S. Lazio Calcio a 5 – Ufficio Stampa




COPIA SNIPPET DI CODICE