skin adv

Luparense, Coco si riprende tutto con gli interessi. "Così ho zittito le critiche"

 16/06/2017 Letto 2407 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Pietro Santercole
Società:    LUPARENSE





L'INTERVISTA - Un anno fa, più o meno di questo periodo, aveva terminato con largo anticipo la stagione al Kaos e stava ancora con le stampelle. Una stagione più tardi, falsa partenza con la Luparense, rischio "taglio" a dicembre, poi Coco Wellington si riprende tutto con gli interessi. Quarta finale in carriera e secondo scudetto. E' lo spauracchio del Pescara, a cui segna in campionato, in finale di Coppa Italia, in tutte e quattro le Finals dei #playoff2017: ai tiri di rigore, in partita, perfino da portiere di movimento, zittendo le critiche facendo parlare il campo.


IL SEGRETO DEL MIO SUCCESSO - "Chi sta lassù, vede tutto e non dorme mai". L'ala di Foz do Iguaçu guarda il cielo, con quella coppa propria di chi è campione d'Italia. "La vita è una ruota, tutto gira - spiega - sono sempre stato dell'idea che se fai un buon lavoro, la vita ti ricompensa. Come ho superato i momenti difficili? Tenendo le critiche tutte per me. Mia moglie e la mia famiglia hanno fatto il resto". Non ditegli che è stato l'alfiere che ha dato scacco matto al Pescara, vi risponderà così. "Fortuna - ride - io sono come tutti gli altri. Ha vinto un gruppo meravigioso". A petto in fuori si dirige verso l'Acqua&Sapone. Ma questa è un'altra storia.


Pietro Santercole




COPIA SNIPPET DI CODICE