skin adv

La Ternana risponde a Pellegrini: "Già sapeva che non sarebbe stato riconfermato"

 20/08/2017 Letto 501 volte

Categoria:    Femminile
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    TERNANA FUTSAL





In risposta alle dichiarazioni del tecnico Pellegrini in data di ieri ci preme chiarire che la versione fornita con una intervista dallo stesso non è assolutamente quella reale rispetto ai fatti accaduti. L'Amministratore Unico Raffaele Basile con una chiamata nel giorno 8 luglio verso le ore 18 ha informato Federico Pellegrini che era libero, con il resto dello staff, da qualsiasi impegno con la società per la stagione successiva. Il suddetto ha appreso la notizia senza alcuna rimostranza. Nei giorni successivi ha voluto un incontro con un ex dirigente per capire se ci fossero ancora le possibilità di riaprire una qualsivoglia trattativa. Viene riconfermato al tecnico che i piani societari sono altri. Insistentemente l'allenatore di nuovo nei giorni successivi ha tentato di contattare la società, gentilmente in due telefonate gli è stato ripetuto che nulla era cambiato. Il 17 agosto via messaggio Pellegrini ha tentato nuovamente di chiedere se fosse cambiato qualche cosa, l'ex dirigente ha risposto che non era cambiato nulla. A prova di tutto ciò c'è la registrazione della telefonata del giorno 8 luglio tra Amministratore Unico e Mister Pellegrini oltre che la comunicazione alla squadra con la quale si informava che il tecnico e l'intero staff erano stati liberati da qualsiasi impegno per la stagione futura. Per quanto riguarda le pendenze degli ultimi mesi, il tecnico ha ricevuto già dal mese di giugno le necessarie garanzie nel rispetto dell'accordo. Ci sembra fuori luogo e di cattivo gusto, soprattutto dopo i noti problemi che l'amministrazione comunale ha avuto in questo inverno, problemi che hanno portato all'ammanco di determinati contribuiti al club far pubblicare lamentele postaccordo. Da un tecnico che ha 22 anni di esperienza e soprattutto da un ternano ci si aspettava un altro tipo di comportamento non certo una intervista che non solo racconta false verità sui fatti accaduti, ma che tenta di creare malumori o sporcare l'immagine di una piazza e di una società che in estate invece ha fatto di tutto per mantenere ad alti livelli la propria realtà delle Ferelle. Riteniamo e speriamo che il tecnico Pellegrini, il quale grazie anche alla rosa messa a disposizione si può fregiare di aver raggiunto nel femminile una finale scudetto, si ravveda e chieda scusa alla società che gli ha dato fiducia pur non avendo esperienza nel futsal in rosa e alla piazza che tanto lo ha sostenuto anche quando non otteneva risultati nella prima parte del campionato.


Ufficio Stampa Ternana