Categoria: Serie B

Autore: Ufficio Stampa

Pubblicato il: 25/08/2017

Letto: 175 volte

Pisani, il signore del futsal laziale: "La Forte Colleferro un punto di riferimento"

Pisani, il signore del futsal laziale:

Dario Pisani è una delle figure di spicco del panorama calcistico regionale, con la sua esperienza maturata alla guida di strutture giovanili importanti come quelle di Lazio, Roma e attualmente Bettini e con una passione particolare per il calcio a cinque dove presta la sua collaborazione in società che militano nelle serie regionali e nazionali. Il suo staff, composto, oltre che da Pisani, anche dai preparatori Matteo Liverani e Franco Pecora, è specializzato nella gestione della preparazione atletica, sia in fase di precampionato che di gestione nel corso della stagione agonistica.


Pisani, è appena terminata una stagione che ha visto lei e il suo staff raggiungere risultati eccellenti nel calcio a cinque, con le due società che segue che hanno centrato l’obiettivo promozione. In particolare la Forte Colleferro che, anche grazie al suo apporto è volata nel nazionale. Conferma la sua presenza anche quest’anno a fianco della compagine di Forte?
“Assolutamente si. Colleferro ha sempre rappresentato per me un punto di riferimento umano e professionale. Sono passati 25 anni da quando venni ad allenare per la prima volta in questa cittadina, avendo tra i giocatori un certo Paolo Forte, con il quale mi lega una amicizia che va ben oltre il puro rapporto professionale. Ma, prima di andare avanti, vorrei puntualizzare che il successo ottenuto con i ragazzi di Paolo, è il frutto del lavoro di un gruppo eccezionale di persone, accomunate dalla passione per questo sport e dalle grandi competenze professionali, a partire dagli uomini di campo, come Alessandro Ercoli e Andrea Chima, agli amici Giuseppe Zechender e ad Enrico Segantini, a Fabrizio Silvestri e a tutti coloro che hanno contribuito alla vittoria finale che ci ha proiettato in Serie B”.

Confermato anche lo staff dei preparatori atletici?
“Certamente. Con Franco Pecora e Matteo Liverani si è formato un team dove professionalità e competenze si uniscono all’amicizia e al rispetto del lavoro di ciascuno. Divido con loro i successi ottenuti a Colleferro e non solo, augurandomi e augurandoci che questo sodalizio prosegua nel tempo e continui ad ottenere i risultati e le soddisfazioni che sono sotto gli occhi di tutti”.

Come ha trovato il gruppo all’inizio di questo periodo di preparazione?
“Ho trovato un gruppo composto in maggioranza da atleti già presenti nella scorsa stagione e che seguo ormai sino dal campionato vissuto in C2. Vedo con piacere che c’è grande entusiasmo che si traduce, sul campo, in impegno serietà e concentrazione. E i nuovi arrivati si sono integrati perfettamente in questa atmosfera positiva. Ci sono quindi tutti i presupposti per fare bene e arrivare alla prima di campionato in condizioni ideali. Abbiamo inserito in preparazione anche numerose gare amichevoli, in modo da completare l’aspetto puramente fisico a quello tecnico tattico”.

Dove potrà arrivare la Forte Colleferro in questa stagione?
“E’ importante partire bene. Gli innesti di giocatori di esperienza nella categoria, come Paulinho e Rossi, ma anche come Odoardi e Ciafrei garantiscono, insieme alla presenza di Andrea Colaceci, un approccio giusto alla categoria. A questo uniamo la freschezza del resto del gruppo, con giocatori giovani di prospettiva, ma già in grado di garantire un apporto importante. Con questa situazione l’obiettivo è sicuramente quello di mantenere la categoria senza troppi patemi d’animo. Poi mano a mano che si va avanti, gli obiettivi possono cambiare e, perché no, alzare il tiro, continuando a sognare. Anche lo scorso anno non siamo partiti con i favori del pronostico, soprattutto nella fase dei play off dove in pochi avrebbero scommesso su di noi e, invece, oggi stiamo ancora festeggiando una meritatissima promozione, tanto bella quanto inaspettata. Un motivo in più per guardare al futuro con ottimismo”.

E allora, quali sono i punti di forza di questo gruppo?
“Sicuramente l’ambiente. Una situazione ideale per far crescere i giovani e per far lavorare con serenità i giocatori più affermati. Poi, la presenza di Paolo Forte, un allenatore con il quale qualunque preparatore atletico vorrebbe lavorare. Un tecnico sempre aggiornato, con un grosso carisma e con uno straordinario senso del gruppo. Un uomo esigente con se stesso e con le persone che si mette a fianco. Il tutto, come dicevo in apertura, contornato da uno staff dirigenziale di prim’ordine. Poi, la presenza di un pubblico appassionato e competente che ha riempito il palazzetto e ha rappresentato, specialmente nelle partite di cartello, un autentico uomo in più. Vorrei aggiungere anche un benvenuto ai nuovi componenti dello staff, Silvio Funari e Mario Navarra, con cui lavoreremo nella gestione della prima squadra”.


Marco Giustinelli
Ufficio Stampa Forte Colleferro



ARTICOLI CORRELATI

Forte Colleferro, nulla lasciato al Caso: "Obiettivi? Li scopriremo in primavera"

03/09/2017 FORTE COLLEFERRO Damiano Caso, colleferrino, 39 anni, è uno dei volti nuovi che compongono lo staff che accompagnerà i Leoni di Colleferro ...

#futsalmercato, Mike Guerra resta a Colleferro. Forte, obiettivo salvezza. Ma...

01/09/2017 FORTE COLLEFERRO Cantieri ancora aperti in casa Forte, in attesa di debuttare nel campionato cadetto. Nelle ultime ore si è ufficializzata la ...

#futsalmercato, Forte Colleferro: stop alla prima. Due inediti come intro

20/08/2017 FORTE COLLEFERRO LA SQUADRA - Esordio posticipato. Si dovrà aspettare il 14 ottobre, salvo anticipi o posticipi da ufficializzare, per vedere il ...

#futsalmercato, un talentino torna a casa: Mario Orefice alla Forte Colleferro

20/08/2017 FORTE COLLEFERRO Dopo un anno in prestito alla SS Lazio, Mario Orefice torna alla Forte Colleferro, dove sarà uno dei protagonisti nella neonata ...