skin adv

Salernitana, Pisani indica la via: "L'obiettivo è quello di crescere partita dopo partita"

 29/09/2017 Letto 85 volte

Categoria:    Femminile
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    SALERNITANA





La Salernitana Femminile, nonostante la sconfitta riportata questa domenica, esce a testa alta dalla trasferta di Martina. Alle pugliesi è andata l’intera posta in palio messa a disposizione, alle granata il merito di averci creduto fino alla fine, sfiorando il pari proprio allo scadere, complice in questo caso un pizzico di sfortuna. Così Emanuela Pisani, laterale granata, esprime la sua amarezza in merito a questo primo ko stagionale: “Volevamo partire bene, non abbiamo fatto una grandissima prestazione. Siamo state punite alla prima disattenzione difensiva e non siamo riuscite a sfruttare, in seguito, le occasioni create. Peccato perché forse il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto, non meritavamo di perdere”.


Il primo quarto d’ora vi ha visto protagoniste su un campo davvero difficile e pur avendo subito la rete nel vostro momento migliore, non vi siete perse d’animo ed avete cercato con insistenza il pareggio, offrendo, a tratti, un ottimo gioco. Nella ripresa non siete riuscite a mantenere il ritmo del primo tempo, è mancata la lucidità e la concretezza sotto porta. La gara è stata equilibrata dall’inizio alla fine, cosa vi è mancato per portare punti a casa?
Si, è vero. Abbiamo avuto un buon approccio alla gara, dopo il gol abbiamo perso sicurezza, abbiamo commesso anche qualche errore di troppo, ma quando si deve recuperare alle volte cerchi di accelerare i tempi e magari sbagliando anche le cose più semplici. Comunque non fasciamoci la testa, siamo solo alla prima di campionato, giocata per altro su un campo non facile contro un avversario ostico. Cerchiamo di prendere quello di buono fatto perché come detto prima il risultato non rispecchia a pieno la realtà della gara, è vero che dobbiamo lavorare sugli errori ma è anche vero che bisogna ripartire dal buono visto ad inizio gara.

Mister Taffarel ha molta stima di te, complice il fatto di essere stato e di essere il tuo allenatore da diversi anni. Essendo che ti allena ormai da tempo, da te si aspetta sempre il massimo, perchè meglio di tutti conosce le tue potenzialità. Questo carico di responsabilità può essere uno stimolo in più per fare sempre meglio?
Il mister lo conosco da tempo e so quanta stima ha nei miei confronti. Nel corso di questi anni ha imparato a conoscermi, cosi come io ho avuto modo di apprendere il suo metodo di gioco. Questa responsabilità per me è solo uno stimolo in più per dare sempre il massimo; alle volte capita di farlo arrabbiare per errori banali, che durante una stagione ci possono anche stare, però so che quando si arrabbia è perché lui sa che posso fare molto di più.

Anche quest’anno, per il secondo di fila hai scelto la maglia numero 10, che valore ha per te?
La maglia numero 10 per me ha un grande valore, sceglierla di nuovo rappresenta una sfida personale. Nonostante conosca perfettamente il valore che ha per ogni calcettista, non la sento una responsabilità oltre misura, perché non è un numero a fare la differenza ma l'impegno e la voglia di onorare la maglia  che indossi.

L’anno scorso hai collezionato 4 reti, disputando un ottimo campionato, il primo con la maglia granata. Quest’anno pensi di poter raggiungere la doppia cifra?
L'obiettivo resta sempre quello di crescere partita dopo partita, prima di tutto farlo come squadra cercando tutte insieme di migliorare la classifica di domenica in domenica. Se raggiungeremo i nostri obiettivi grazie anche ai miei gol, meglio ancora, ma l'obiettivo primario è rappresentato dai punti che conquisteremo sul campo tutte insieme, la gioia personale rappresenta per me solo una conseguenza di tutto questo.

Domenica ospiterete il Rev Palermo, reduce da una schiacciante vittoria casalinga riportata contro il Futsal Reggio. Come affronterete questa prima partita casalinga, di fronte ai vostri tifosi, contro una squadra che sicuramente verrà a Salerno per fare punti?
Conosciamo il valore dell'avversario e come tutti va trattato con rispetto, ha iniziato questo campionato nel migliore dei modi, conquistando in casa i suoi primi 3 punti mettendo a segno ben 4 reti. Siamo coscienti anche del nostro valore e dopo aver perso la prima vogliamo ripartire davanti al nostro pubblico, quindi ci stiamo allenando con la voglia di riscattarci dopo il passo falso di Putignano. Domenica cercheremo di dare il massimo, per non deludere, prima di tutto noi stesse, poi il nostro pubblico, che sono sicura verrà in massa a sostenerci.


Giovanna Miano
Ufficio Stampa Salernitana Femminile

 

 




COPIA SNIPPET DI CODICE