skin adv

Lecco, il manzoniano Curci ha le idee chiare: “Al campo l'ardua sentenza”

 11/10/2017 Letto 521 volte

Categoria:    Serie B
Autore:    Marco Panunzi
Società:    LECCO





Dopo il turno di riposo della Coppa Italia, anche il Lecco è sceso in campo. Prima giornata di B, pareggio in casa della L84, che l'anno scorso arrivò seconda. Curci, preparatore dei portieri, non si monta la testa. “Giochiamo col massimo dell'impegno”.

ESORDIO – “Non sono arrivati i tre punti ma di certo il risultato è soddisfacente. Direi noi molto bene; riuscire ad andare in vantaggio due volte su tre e poi recuperare lo svantaggio, con calma e lucidità, su un campo difficile come quello di Brandizzo, non è da tutti. Soprattutto per una squadra nuova, come la nostra, nella quale si sta cercando di amalgamare, giorno dopo giorno, il mix tra giocatori giovani e di esperienza” il pensiero di Christian, preparatore degli estremi difensori del Lecco. Che col pareggio esterno contro la L84, si candida sempre più a poter centrare le posizioni di vertice a fine anno. Ma Curci è cauto. “Sbilanciarsi è dura dopo una sola giornata: noi cerchiamo il massimo della posta con il massimo impegno. E poi, al campo l'ardua sentenza”.

MISSIONE – Il suo non è un semplice lavoro ma una vera e propria mansione di alto livello. Azzerare le possibilità che gli avversari facciano gol passa anche dalla preparazione dei portieri. Curci precisa qual è la discriminante che rende efficace il suo lavoro, quale obiettivo si è prefissato. “Molto presto per dire se sto facendo un buon lavoro: ve lo dirò quando, coi miei portieri, si riuscirà a vincere uno a zero grazie alle loro parate decisive. Peraltro tutti e tre i portieri, Boschiggia, Quarenghi e Minasi, stanno lavorando duramente per farsi trovare pronti e dare il loro contributo alla squadra”. Curci ha le idee chiare.

Marco Panunzi




COPIA SNIPPET DI CODICE