skin adv

Maritime condannato a vincere, Follador: “Puntiamo a ripetere la passata stagione”

 13/10/2017 Letto 130 volte

Categoria:    Serie A2
Autore:    Antonio Iozzo
Società:    MARITIME FUTSAL AUGUSTA





L’INTERVISTA – L’attesa è ormai giunta al termine. Domani pomeriggio, infatti, il Maritime scenderà finalmente in campo per il suo esordio stagionale. Dopo un mercato sontuoso, c’è tanto interesse attorno alla formazione di Miki. La curiosità di vedere all’opera tante stelle è davvero altissima: a Rossano, contro l’Odissea, si attendono le prime risposte sulla corazzata siciliana.


ESORDIO – “Nello spogliatoio si respira un’ottima aria, non vediamo l’ora di cominciare a giocare - afferma Luiz Filipe Follador -. La squadra è più che pronta ed è consapevole di quello che deve fare: abbiamo lavorato tanto e bene per partire forte già all’esordio”. Ottimismo, ma anche massimo rispetto per gli avversari: “Sappiamo che non sarà una gara semplice. L’Odissea ha una buona rosa, ha vinto la prima partita in trasferta e vorrà dimostrare anche in casa le proprie qualità. Noi, però, abbiamo preparato al meglio la sfida, cercando di studiare i punti deboli dei nostri avversari. Mi aspetto una gara combattuta, ma speriamo di conquistare i primi tre punti della nostra stagione”.

INSIEME DI FATTORI – Partire bene è sempre importante, soprattutto quando hai tutti gli occhi puntati addosso e sei obbligato a vincere, se non addirittura a dominare: “Non possiamo nasconderci, il nostro obiettivo è quello di ripetere la splendida cavalcata della passata stagione - ammette “Lipe” -. Non sarà semplice, come non lo è stato lo scorso anno, ma lavoreremo per provare nuovamente a vincere tutto”. Il Maritime può contare su una rosa “illegale”, probabilmente esagerata per la Serie A2, ma non solo: “I nomi non bastano. Una squadra, per essere vincente, deve avere un gruppo unito dentro e fuori dal campo, un allenatore preparato e dei dirigenti in grado di dare il giusto supporto - spiega Follador -. Tutte cose che noi abbiamo: è per questo motivo che siamo una squadra forte”.


Antonio Iozzo

 


 




COPIA SNIPPET DI CODICE