skin adv

Falconara, ripresa fatale: l'Olimpus dell'ex De Angelis sbanca il PalaBadiali

 13/11/2017 Letto 163 volte

Categoria:    Femminile
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    CITTA DI FALCONARA





Un tempo a testa alta alla pari con le Campionesse d'Italia, Falconara cede nella ripresa alla corazzata Olimpus Roma. Che l'impresa fosse improba si sapeva dall'inizio. Che ci si mettesse anche un po' di sfortuna non era preventivato. Nonostante la sconfitta le ragazze del Città di Falconara escono dal PalaBadiali tra gli applausi. Ovazione, prima del fischio d'inizio, anche per Benedetta De Angelis, ex citizens quest'anno con le romane: per lei, striscioni sulla gradinata e fiori (rose blu, ovviamente) consegnatele dai dirigenti del CdF. Tornando al futsal giocato, il Falconara ha condotto una gara molto buona al cospetto di una formazione che, nell'ultimo anno, ha vinto praticamente tutto: Scudetto, Coppa Italia, Supercoppa. Tre legni, le super parate di Giustiniani e un lieve stiramento per Corin Pascual nella ripresa hanno reso impossibile un'impresa già ardua. Peccato.

PRIMO TEMPO - Le Citizens erano partite molto bene. Difesa blindata a chiudere gli spazi, con la solita impeccabile Brugnoni tra i pali (subito risolutiva nei primissimi minuti su un scambio volante tra Taina Santos e Martin Cortes), le azzurre marchigiane sono riuscite a impensierire non poco la retroguardia romana in ripartenza: subito al 2' con un missile in diagonale di Luciani sul quale Giustiniani si supera deviando in corner e poi, tra l'8' e il 9' con la doppia incursione di Sevilla: palo clamoroso nel primo caso, parato nel secondo. L'Olimpus passa al 12'. Dayane scende sulla destra e mette in mezzo, Taina al centro dell'area non ci arriva ma quando il pericolo sembra sventato arriva Gayardo di gran carriera dalla parte opposta: piattone che infila l'incolpevole Brugnoni coperta da un nugolo di gambe. Le romane potrebbero raddoppiare un minuto dopo con Taina lanciata sola in contropiede, Brugnoni in uscita disperata riesce a prendere il tempo alla brasiliana.

SECONDO TEMPO - La ripresa inizia nel peggiore dei modi. Corin Pascual è subito costretta ad uscire a causa di un risentimento muscolare e al 2' Pomposelli mette il turbo, supera Luciani e batte Brugnoni per la rete del 2-0. Quando al 6' Lidu centra da ottima posizione il secondo legno della giornata si capisce che la fortuna non è dalla parte delle Citizens. In rapida successione arrivano le reti dalla distanza di Dayane (al 7' sugli sviluppi di un corner) e di Gayardo (8', doppietta per lei). Al 12' Maione in contropiede chiude definitivamente i giochi. La cronaca annovera anche il terzo palo del Città di Falconara: lo colpisce Guendalina Rossi a un passo dal 18'. «Avevamo preparato molto questa sfida in settimana – commenta proprio la Rossi a fine gara - ed eravamo fiduciose, sapevamo sarebbe stata una lotta. Se Corin non si fosse fatta male e avessimo buttato dentro le occasioni che abbiamo avuto magari saremmo riuscite a tenere in piedi la partita anche nel secondo tempo. Una cosa è certa però: anche oggi abbiamo dato tutto. I prossimi impegni? Non facciamo calcoli. Contro la Lazio in trasferta dobbiamo assolutamente andare a fare punti. Stesso discorso per il prossimo match in casa contro la Rambla».

 


 

CITTÀ DI FALCONARA-OLIMPUS ROMA 0-5

Città di Falconara: Brugnoni, Lidu, Pascual, Luciani, Sevilla; Scatizza, Giuliani, Scaloni, Rossi, Bernotti. All. Neri.

Olimpus Roma: Giustiniani, Gayardo, Martìn Cortes, Taina, Dayane; Pomposelli, Lisi, Benvenuto, De Angelis, Esposito, Maione, Nicoletta. All. D'Orto.

Arbitri: Cigaia (Treviso), Buonocore (Castellammare di Stabia). Crono: Omar Olivi (Jesi)

Reti: 12' pt Gayardo (O); 2'30'' st Pomposelli (O), 7' st Dayane (O), 8' st Gayardo (O), 12' st Maione (O).

Note: ammonite Lidu (F), Taina (O), De Angelis (O).


Marco Catalani
Ufficio Stampa Città di Falconara





COPIA SNIPPET DI CODICE