skin adv

Si dimette Tavecchio! Montemurro: "Il nostro ruolo determinante" VIDEO

 20/11/2017 Letto 1666 volte

Categoria:    Vari
Autore:    Pietro Santercole
Società:    VARIE





E' entrato negli uffici di Via Allegri convinto di essere un presidente non dimissionario. Ci è diventato cinque minuti più tardi, perché tanto è durato l'atteso Consiglio Federale. A una settimana esatta dall'"apocalisse Mondiale", Carlo Tavecchio si è dimesso da presidente della FIGC. "Ambizioni e sciacallaggi politici hanno impedito di confrontarci su questo risultato. Ho preso atto degli atteggiamenti di ognuno di noi e per questo ho deciso di dimettermi". Così l'ormai ex numero uno del calcio italiano e dei Fratelli d'Italia: beach soccer e, soprattutto, calcio a 5.



LA GIORNATA - Si era capito poco prima di mezzogiorno che sarebbe stato un lunedì foriero di foschi presagi per Carlo Tavecchio. Il vice presidente della LND - decisiva con un voto unanime di sfiducia - Cosimo Sibilia, che condivide intenti comuni con Andrea Montemurro, sollecitato da Alessandro Alciato, aveva risposto piccatamente al noto giornalista di Sky Sport sulla posizione della Lega Nazionale Dilettanti, non più dalla parte di Tavecchio. "La nostra scelta e strategia la comunicheremo prima al Consiglio e poi a voi giornalisti, mi sembra la cosa più corretta da fare. Posso solo dire che abbiamo votato in modo compatto". Quel Consiglio è durato, in realtà, poco minuti. Subito dopo i commenti. In primis, quelli del presidente della Divisione Calcio a 5.





MONTEMURRO - "Le dimissioni del Presidente Tavecchio sono un lodevole atto di responsabilità". E' questo il commento a caldo del numero uno del futsal italiano: "La Divisione Calcio a 5, da me rappresentata, è consapevole del grande onere che ha assunto giocando un ruolo determinante nell’esito dell’odierno consiglio federale. Ribadisco la stima umana per Tavecchio, ma con trasparenza e lealtà ho sempre anteposto l’interesse del Futsal e di tutto il movimento del calcio alle logiche di parte. Dopo questa drammatica giornata la Federcalcio abbia il coraggio di dar vita a una rivoluzione meritocratica che valorizzi finalmente le energie e le competenze dello sport italiano". Entro i prossimi tre mesi si andrà ad elezioni per eleggere il nuovo presidente federale. Passato e presente si conoscono, il futuro è tutto da seguire.

ANSA -  ''Noi appoggiamo Cosimo Sibilia e a mio personalissimo avviso potrebbe essere lui un eventuale candidato anche se ora mi sembra prematuro''. A lanciare il presidente della Lega nazionale dilettanti alla guida della Figc che verrà è il n.1 della Divisione Calcio a cinque Andrea Montemurro che si assume la piena responsabilità di essere l'uomo del 'ribaltone' al consiglio federale di oggi: ''Mi assumo la responsabilità di questa scelta insieme agli oneri e agli onori. Non si poteva rimanere in sella dopo aver perso il Mondiale. Era in gioco qualche cosa di più, la Nazionale. Non poter andare ai Mondiali sarà davvero brutto, il Mondiale fa parte della nostra vita, chi è che non ha dei ricordi legati ad un Mondiale. E poi c'e' il grave danno economico. Ora - aggiunge Montemurro - bisogna ripartire dalle idee e da programmi nuovi. Noi del calcio a 5 ci stiamo riuscendo. Io seguirei il modello spagnolo dove il calcio a 5 è propedeutico al calcio fino a 14 anni''.

Redazione C5Live 

 




COPIA SNIPPET DI CODICE