skin adv

#futsalmercato, Zagarolo sempre più nobile: Giuliano Conte in amaranto

 07/12/2017 Letto 80 volte

Categoria:    Serie D
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    CITTA DI ZAGAROLO





Sembra non accontentarsi dei ventun punti in sette gare. Sembra non esser pago dei trenta e rotti gol messi a segno nelle stesse. Mauro Riccomagno, in combutta con Bellini e Proietti, che lo assistono fedelmente e strenuamente, ha pensato che ci volesse una figura di spessore per dare ancora più sostanza a un già notevole pacchetto offensivo. Ecco allora che approda a Zagarolo Giuliano Conte, ragazzo classe ’89 sulle cui tracce si erano messe un bel po’ di società dopo le oltre cinquanta reti siglate nella sua stagione d’esordio nel calcio a 5 (in D con l’Atletico SPQR). Un giovane di enorme talento, che vanta nel suo curriculum esperienze nel calcio a 11 con Ascoli, Sambenedettese, Atletico Roma e Cisco (dove è nato e cresciuto calcisticamente). Poi il passaggio al futsal. Come abbiamo accennato, è stato un passaggio fortunato materializzatosi inizialmente con l’Atletico SPQR, a cui Conte ha dato seguito poi con il Darma (C2) e con la Pro Calcio Italia, squadra con la quale ha vinto il campionato di Serie D.


Vincere i campionati dev’essere bello, ti aspetti di farlo quest’anno?
Sì, entusiasmante. Ho scelto il Città di Zagarolo proprio perché il progetto è serio e la vittoria del campionato dev’essere alla nostra portata. Ci aspettiamo la promozione diretta, e che sia un punto di partenza per una scalata di portata ancora maggiore. Prima di scegliere tra le varie corteggiatrici avevo parlato con Barigelli, con il quale ho condiviso l’esperienza con la Primavera dell’Ascoli, mi aveva spiegato la genuinità dell’ambiente e la caratura della rosa: parlando poi con Niceforo e visitando il Palazzetto, ho capito di cosa parlava Simone (Barigelli, ndr). Il gruppo, qui, è una qualità che mi hanno sottolineato in molti, e sono certo che mi integrerò facilmente contribuendo con prestazioni di livello.


Sappiamo del boom nel tuo anno d’esordio nel calcio a 5, poi l’anno scorso qualcosa si è rotto spingendoti a guardarti intorno…
Ho avuto il privilegio di sperimentare ambienti importanti da giovanissimo, dalle giovanili di Cisco e Lodigiani fino ad arrivare a militare nella Primavera della Serie B. ‘Trasferendomi’ dal calcio al calcio a 5 sono passato dall’intensità di sedute d’allenamento quotidiane e da un ambiente estremamente professionale a una realtà leggermente diversa: ho esordito con l’Atletico SPQR realizzando più di cinquanta gol, poi ho sperimentato altre compagini in C e in D, vincendo il campionato con la Pro Calcio Italia. L’entusiasmo è però scemato subito, la dirigenza ha deciso di comprare calciatori stranieri limitando un po’ l’impiego di chi, realmente, aveva reso possibile la promozione. Niente drammi, comunque, ora sono qui e sono pronto già dalla prossima gara a stupire con la maglia amaranto”.


Ufficio Stampa Città di Zagarolo

 




COPIA SNIPPET DI CODICE