skin adv

Dileo e una maturità Real: "La fame vien mangiando, ma la filosofia non cambia"

 07/12/2017 Letto 216 volte

Categoria:    Serie C1
Autore:    Francesco Carolis
Società:    REAL CIAMPINO





Mettersi in gioco per crescere, scoprirsi già maturi. È il Real Ciampino la squadra-copertina delle ultime settimane di Serie C1: gli aeroportuali, dopo il roboante successo di Marino con il Castel Fontana, hanno inanellato la terza vittoria di fila nel fortino dell’Aranova. Il direttore sportivo Gigi Dileo, pur tenendo presente il percorso tracciato in estate dalla società, riconosce i meriti di un gruppo che ha dimostrato di potersi sedere al tavolo delle grandi.

TRIS DA APPLAUSI - Il 4-3 di Aranova ha prolungato la striscia positiva del Real: “È un campo molto difficile e, nonostante la posizione che occupano in graduatoria, in pochi riusciranno a fare punti in casa dei nostri ultimi avversari. La vittoria è stata sofferta - racconta Dileo -, permane il nostro problema di inesperienza: produciamo tanto e concretizziamo, ma pecchiamo in fase difensiva. Eravamo avanti 3-1, poi ci siamo fatti raggiungere: abbiamo avuto, comunque, il merito di crederci fino in fondo e un’intuizione di De Luca ha deciso il match”.

NIENTE VERTIGINI - 20 punti in 11 giornate, -2 dai playoff. La classifica parla chiaro, ma Dileo tiene saldo il timone: “La fame viene mangiando, ma la filosofia resta sempre la stessa: vogliamo lanciare giovani per metterli in evidenza e proiettarli all’attenzione della nostra sorella maggiore, il Ciampino Anni Nuovi. Se, facendo questo, i risultati continueranno a darci ragione, sarà tanto di guadagnato: i playoff sarebbero un orgoglio per la società e una grandissima soddisfazione per ragazzi e mister”.

CRESCITA COSTANTE - Nonostante l’età media molto bassa, la squadra di Scaccia sta trovando una continuità di rendimento importante: “Forse è il miglior Real della stagione, ma so che possiamo fare di più: l’amalgama si sta formando e il gruppo sta acquisendo una fiducia sempre maggiore. C’è stato un momento di flessione a causa di assenze per infortuni e squalifiche - ricorda il d.s. - siamo stati bravi ad assorbirlo: eravamo consapevoli del fatto che, tornando a regime, avremmo detto la nostra, e così è stato”. In pieno futsalmercato, il Real è al centro dell’attenzione: “Potrebbe esserci qualche innesto, ma sempre in linea con la nostra idea: molti giocatori si stanno avvicinando, noi continueremo a puntare sui giovani”.

UN ALTRO ESAME - Respirare l’altissima classifica è un onore, l’onere risiede nel sentirsi sotto esame ogni sabato. Nel dodicesimo turno, all’ombra dei Castelli arriverà il Poggio Fidoni, Dileo, però, non vuole sentir parlare di pressione: “È sicuramente un altro test, ma non abbiamo l’obbligo di vincere, poichè siamo ampiamente in linea con gli obiettivi che ci eravamo preposti. Sono curioso di vedere questo match: di solito - conclude -, i ragazzi reagiscono molto bene ai confronti stimolanti”. Già, e chissà che non stupiscano ancora.


Francesco Carolis




COPIA SNIPPET DI CODICE