skin adv

Juvenia, una sconfitta che fa crescere. Bagalà: “La Final Four esperienza formativa”

 11/01/2018 Letto 482 volte

Categoria:    Serie C1
Autore:    Francesco Puma
Società:    SPORTING JUVENIA





Se a inizio stagione veniva considerata una sorpresa, ora lo Sporting Juvenia è a tutti gli effetti una realtà della Serie C1. Ha raggiunto la Final Four battendo l'Italpol capolista e sfiorato la finale, arrendendosi al Cisterna: “Nel risultato siamo stati sconfitti – dice il tecnico Alessandro Bagalà – ma non sul piano del gioco, visto le tante occasioni create. C'è grande soddisfazione e allo stesso tempo rammarico per come è andata a finire. Detto ciò, sono molto dispiaciuto per come si sia svolto l'evento più importante del calcio a 5 regionale. Non me la prendo chiaramente con i padroni di casa del PalaSabina, che anzi sono stati molto disponibili in tutto e per tutto, ma con chi ha deciso di giocare in un palazzetto buio e di 30 metri. Complimenti allo United Aprilia, al quale auguro di andare avanti nella fase nazionale”.

Quanto è cresciuta la Juvenia dopo questa esperienza?
Ne usciamo sicuramente con un bagaglio enorme e con tanta voglia di dimostrare che non siamo arrivati lì per caso, ma grazie al lavoro e ai sacrifici di questi ragazzi straordinari che si allenano duramente per migliorarsi sempre, senza percepire rimborsi ma solo per passione. Il nostro è davvero un grande gruppo e di questo sono fiero.

Sabato riparte il campionato: con quale spirito affronterete l'Albano?
Con quello di sempre, cercando la vittoria. A livello mentale non sarà facile, vista la delusione di coppa, ma sono sicuro che i ragazzi avranno una reazione d'orgoglio. Giocheremo contro una squadra ostica, soprattutto in casa.


Francesco Puma