skin adv

C2 al giro di boa: il clou è Fabrica-La Pisana, Virtus Fenice per ripartire

 11/01/2018 Letto 665 volte

Categoria:    Serie C2
Autore:    Francesco Carolis
Società:    VARIE





È un traguardo intermedio, ma è pur sempre un traguardo. La Serie C2 accoglie il 2018 con l’ultimo turno del girone d’andata, il tredicesimo di una stagione regolare che deve ancora dire tantissimo. Nei quattro raggruppamenti di categoria, l’unica a essere sicura di compiere il giro di boa in vetta è la Virtus Fenice, per il resto, c’è solo da godersi lo spettacolo.

GIRONE A - Nei giochi del potere del girone A, finora le certezze sono state pochissime, ma il Real Fabrica sembra aver trovato la giusta continuità per tenersi stretto il timone. Per i viterbesi, il prossimo esame, che li può laureare campioni d’inverno, è di quelli tosti: La Pisana di Russo sta scalando le gerarchie e non vuole fermarsi, sarà sfida vera. La Compagnia Portuale, sempre a -2 dalla vetta dopo il k.o. nel recupero con lo Juvenia, deve approfittarne, ma la trasferta con il Vallerano, una delle tante capolista del primo scorcio di stagione, nasconde tante insidie. Da seguire con attenzione anche Virtus Anguillara-Santa Marinella, distanziate da una sola lunghezza ai confini del podio, così come Cortina SC-Eur Futsal 704, nel quale entrambe, con un successo, potrebbero rilanciarsi.

Clicca QUI per la tredicesima giornata del girone A

GIRONE B - Lassù, nel girone B, c’è un Atletico Genzano imbattuto e a segno nove volte su undici: la capolista fa visita all’Atletico Mole Bisleti, che ha vinto in due delle ultime tre uscite casalinghe. Il Velletri, diretta inseguitrice, è di scena sul campo del Città di Colleferro, fanalino di coda senza punti all’attivo, interessante la sfida di Ceccano tra i fabraterni e lo Sporting Club Palestrina, detentore del gradino più basso del podio. La Pro Calcio Italia riceve la Legio Colleferro e fiuta la possibilità di salire ancora, impegno complicato per il Lepanto, a quota 23 come il team di Galante, contro la Legio Sora.

Clicca QUI per la tredicesima giornata del girone B

GIRONE C - Il pareggio prenatalizio con L’Airone è stato il primo inciampo nella stagione (quasi) perfetta della Virtus Fenice, che ora sente più da vicino il fiato sul collo di una Virtus Palombara tornata a -3. Gli arancioneri vogliono tornare a correre con la Tevere Remo, per i sabini c’è un impegno molto più ostico con il Nazareth, che è salito sul podio e non ha intenzione di scendervi. L’Ardita Rieti di Benedetti, affiancata a quota 20 proprio dal team di Centocelle, ha bisogno di riscattarsi, ma davanti c’è un Real Roma Sud che spera in un 2018 di alto livello. Tre punti cercasi anche per il Monte San Giovanni, in astinenza da altrettante partite, l’ostacolo è proprio L’Airone reduce dallo sgambetto alla capolista.

Clicca QUI per la tredicesima giornata del girone C

GIRONE D - Qualcuno se lo aspettava, altri meno, la realtà è che davanti a tutti, nel girone pontino, c’è il neopromosso Heracles: gli scauresi, nell’ultima d’andata, aspettano la visita del Flora con l’obiettivo di confermare il primato e trarre il massimo vantaggio dal big match tra le inseguitrici Atletico Sperlonga e Dilettanti Falasche. Il Città di Anzio chiede strada al Latina Scalo Sermoneta dopo due k.o. sanguinosi che sono costati il podio, l’altro clou di giornata è l’incrocio tra Virtus Latina Scalo e Cassio Club, un esame di maturità per entrambe nelle dinamiche di altissima classifica. Il bilancio, dopo i prossimi 60’, sarà parziale, il valore di un campionato bellissimo, a metà stagione, è invece già, ampiamente, con il segno positivo.

Clicca QUI per la tredicesima giornata del girone D


Francesco Carolis