skin adv

#SerieC2futsal: riscatto Fabrica e Heracles, pari Genzano, Fenice di corsa

 04/02/2018 Letto 473 volte

Categoria:    Serie C2
Autore:    Francesco Carolis
Società:    VARIE





GIRONE A - Argina la crisi, e lo fa ritrovando un primato più solido: l’era del dopo-De Rossi, al Real Fabrica, si apre con un successo, il 6-4 esterno al Blue Green. La capolista del girone A valica quota 30 e torna a +3 sul secondo posto: l’Anguillara, infatti, cade 6-7 nel big match con La Pisana, che scavalca il team di Consalvo insieme al Santa Marinella, corsaro 6-4 nel derby tirrenico con la Compagnia Portuale. L’Eur Futsal aggancia Rossi e compagni ai piedi del podio grazie al 5-2 nell’altro clou di giornata sul campo del Vallerano. Fra la “top three” e i vagoni di testa del treno playout, ci sono ben nove squadre racchiuse nell’arco di appena sei punti: il Cortina fa 4-4 con il Valentia e manda in archivio il quarto pareggio nelle ultime cinque gare interne, l’Atletico Village piega 6-5 lo Juvenia e si aggrappa al gruppone di metà classifica, 5-4  fondamentale per la Buenaonda contro il Monterosi.

GIRONE B - Non è uno stop, ma un piccolo colpo di freno sui progetti di fuga: l’Atletico Genzano, nel sedicesimo turno, si fa rallentare sul 3-3 in casa del Real Città dei Papi, e, con il Velletri ai box per il rinvio della trasferta con la Deafspqr, permette alla Pro Calcio, a segno 3-1 sul Lepanto, di avvicinarsi alla vetta del girone B. Il Palestrina, nel frattempo, affianca i castellani al terzo posto grazie al 7-2 sul campo del Città di Colleferro e sale a +3 sul Ceccano, protagonista di un 2-2 nel match esterno con l’Eur Massimo. La Legio Sora vede avvicinarsi pericolosamente la zona calda: l’Atletico Mole Bisleti piega 3-2 i bianconeri, che ora sentono il fiato sul collo di un Gap sempre leader del treno playout in virtù dell’8-5 sulla Legio Colleferro.

GIRONE C - Va che è una meraviglia la Virtus Fenice nella sua marcia verso il possibile ritorno in C1: la capolista del girone C liquida 6-1 il Santa Gemma e tiene a -7 la Virtus Palombara, corsara con lo stesso punteggio in casa del Flaminia Sette. Duello al vertice a parte, si infiamma la lotta playoff: il Nazareth cade 3-1 al Parco dei Pini con il Casal Torraccia ed è costretto a cedere il terzo posto al Monte San Giovanni, che si impone 6-3 nello scontro diretto con la Lositana. Il team di Centocelle scende dal podio e si fa affiancare a quota 27 sia da L’Airone, che dà continuità con il 4-3 alla Tevere Remo, sia dall’Ardita Rieti, che sorride grazie al largo 7-3 ai danni del Bracelli. Il Real Roma Sud non va oltre il 3-3 con la Brictense e scivola in zona playout, per gli ospiti è il quinto segno X in campionato.

GIRONE D - Botta e risposta senza giri di parole tra lepre e inseguitrice nelle scintille di vertice del girone pontino: l’Heracles riscatta l'ultimo k.o. grazie al 5-3 nel big match con il Città di Anzio, di nuovo giù dal podio, e lascia inalterato il +2 sul Falasche, che regola con un secco 3-0 il Real Fondi. La Virtus Latina Scalo perde terreno dalla vetta con il 7-7 sul campo dello Sporting Terracina, ma resta comunque da sola in terza piazza, l’Atletico Sperlonga, invece, non sbaglia con il Latina Scalo Sermoneta e ottiene un 4-1 utile per scavalcare il Cassio, sconfitto 3-2 in quel di Fondi dalla Virtus. Lo Sport Country Club passa 4-3 nel fortino della United Latina e si prende l’ottavo posto, l’ultimo utile per evitare i playout, dal quale dista ora solo una lunghezza il Flora, a segno 6-4 sul campo dell’Accademia Sport.


Francesco Carolis