skin adv

#FutsalEURO, VL cuce un altro abito per la Spagna: Paco Sedano e Pola i modelli

 07/02/2018 Letto 1015 volte

Categoria:    Nazionale
Autore:    Pietro Santercole
Società:    SPAGNA





Sarà perché a causa degli infortuni - come spesso è capitato negli ultimi Europeo - VL deve trasformare le vittorie della Spagna, in imprese. Sarà perché manca un primus inter pares fra i sette volte campioni continentale, soprattutto adesso che Miguelìn non è più un extraterrestre, non c'è Rivillos (l'altra Scarpa d'Oro a Belgrado 2016) e il Bufalo Lozano (in dubbio per la semi col Kazakhstan) è alle prese con l'ennesimo infortunio. Sarà. Ma la Roja non è più la grande strafavorita, bensì "solo" una delle pretendenti al successo finale di Slovenia 2018.



COME SI CAMBIA - Venancio Lòpez sa bene di non avere dei fenomeni a disposizione. Ma dei giocatori adattabili alla vittoria, quello sì. Il Maestro bilbaino - mai sconfitto entro i 40' in un Europeo - sta cambiando le Furie Rosse, puntando in primis sulla solidità difensiva. Dopo il 4-4 all'esordio con la Francia, infatti, Paco Sedano ha chiuso la porta a doppia mandata, mantenendola inviolata sia contro l'Azerbaigian sia nei quarti con l'Ucraina. Ai gol tanto ci pensa un Pola in modalità Multiusos. La stella dell'Inter Movistar è il classico giocatore che dove lo metti sta. Benissimo. Fase difensiva top, fase offensiva altrettanto: suoi gli ultimi due gol della Roja. Ora il Kazakhstan. Quel Kazakhatan già sconfitto in semifinale a Belgrado 2016, senza però lo squalificato Higuita. Cacau ha cambiato la filosofia dei kazaki, sempre meno dipendenti dal 5vs4 del portiere-goleador e più accorti dietro. Anche il Maestro ha cambiato la Spagna, non l'obiettivo di sempre: vincere.


Pietro Santercole




COPIA SNIPPET DI CODICE