skin adv

Niceforo porta lo Zagarolo al top: "Struttura competente, i risultati si vedono"

 07/02/2018 Letto 194 volte

Categoria:    Serie D
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    CITTA DI ZAGAROLO





Il pareggio della Polisportiva Arca nell’ultima gara ha permesso finalmente agli amaranto di godersi il primo posto in classifica. Non che il passo falso dei diretti rivali sia bastato da sé a far gioire Città di Zagarolo: Riccomagno e i suoi, dal canto loro, per meritarsi questa sensazione, hanno dovuto superare nel caloroso Palazzetto un’insidiosa Romanina, vinta al termine di un incontro combattuto in cui sono dovute venir fuori tutta la voglia e la classe dei locali, trascinati da un’immensa prova di Alessandro Niceforo. Tre reti nei momenti critici, per il fulcro tecnico della società dei Riccomagno, e solita prestazione solida lì dietro; l’accoppiata in difesa con Scaramella fa dormire sonni sereni i tifosi, e la sua imponente presenza nell’ambiente dà un’incredibile spinta emotiva ai suoi compagni e non solo.

È stata una partita sofferta, l’ultima contro Romanina. Cosa è servito per vincerla?
“Ci hanno sorpreso perché sono stati molto bravi a difendersi e altrettanto efficaci nelle ripartenze. Nonostante il nostro solito buon giro-palla, in avvio non riuscivamo a trovare varchi nei quali infilare la giocata decisiva e accusavamo la loro inerzia in transizione ad ogni minima distrazione. I nostri ritmi sono stati comunque validi, malgrado il primo tempo si sia chiuso sul pari poi abbiamo preso le debite contromisure e siamo venuti fuori alla nostra maniera”.

Ora siete primi, da soli.
“L’obiettivo è rimanerci fino alla fine del campionato, e per farlo serve la massima disponibilità di tutti a mantenere questo trand in materia di lavoro e dedizione. Se siamo quassù è perché stiamo coronando un processo di qualità reso possibile da una società presente in maniera assidua col suo tempo e con i suoi investimenti in strutture e giocatori di qualità. In proposito, voglio fare un applauso al presidente Riccomagno e al suo staff, sono stati abili a diffondere una grande mentalità in tutto l’ambiente: la serietà e la voglia di vincere devono partire dall’alto, solo in questo modo chi si trova ad agire può respirarle e metterle in atto. Sono sorpreso di come si siano integrati i nuovi arrivati, da Cecilia a Conte passando per Gargano e Scaramella, il loro impatto nel gruppo è stato micidiale e questo è un altro sintomo della serenità e della professionalità che vibrano in questa realtà. C’è un bell’entusiasmo che parte da noi grandi e si ripercuote al di sotto, l’affetto dei nostri meravigliosi tifosi e dei bambini che non si perdono una seduta né una partita ne sono una spettabile testimonianza”.

Al di sotto ci sono, tra gli altri, anche i tuoi pulcini. Quanto sono cresciuti da inizio anno?
“Sono maturati tanto, sia i ‘miei’ che gli altri, e questo miglioramento si colloca sempre all’interno dei meriti di una struttura importante. Questi bambini hanno tutte le qualità, dall’intelligenza all’educazione, vanno soltanto un po’ stimolati sotto l’aspetto dell’attenzione: mi ci è voluta qualche lezione all’inizio per inculcargli un nuovo sistema di allenamento, ora che l’hanno appreso viaggiano in maniera spedita mostrando grande sicurezza di mezzi pure in confronto di realtà ben più grandi e blasonate. La società di futsal di Città di Zagarolo ha gettato basi notevoli, sta catalizzando giustamente l’attenzione di tutti, nel territorio e fuori. Vogliamo portare in alto il nome di questa società”.


Ufficio Stampa Città di Zagarolo