skin adv

#FutsalEURO, Fina...Lin! Spagna di rigore, 8-6 con il Kazakhstan VIDEO

 08/02/2018 Letto 467 volte

Categoria:    Nazionale
Autore:    Francesco Carolis
Società:    EURO 2018





Venancio, nei 40’ di un Europeo, non perde mai: la legge del Maestro colpisce, come due anni fa a Belgrado, il Kazakhstan, ma alla Spagna servono addirittura i tiri di rigore per imporsi 8-6 e conquistare la nona finale in undici edizioni.

PARTIDAZO - Al 5’, bella costruzione dei caucasici, Paco Sedano salva su Zhamankulov. È il preludio al vantaggio: Douglas recupera palla e sceglie un meglio piazzato Taynan, che segue l’azione sul secondo palo e chiude in porta, di sinistro, l’1-0. La selezione di Cacau gioca anche sui nervi: le Furie Rosse si irritano, ma, nel momento più difficile, trovano il pari. Higuita, dopo un salvataggio straordinario su Pola, è beffato dalla deviazione di Yesenamanov sull’angolo di Bebe. L’inerzia sembra cambiare: a 1’ e spiccioli dall’intervallo, Miguelín, da rimessa, premia il movimento centrale di Tolrà, il cui destro rasoterra vale il sorpasso. Al rientro in campo, è un Kazakhstan tremendamente efficace e al 25’, nel giro di 45’’, stravolge il risultato: Higuita, servito da Douglas, timbra l’Europeo sloveno con un destro micidiale dai 15 metri, poi Taku sorprende alle spalle Ortiz e batte da distanza ravvicinata Paco Sedano. La Spagna vacilla, ma risponde da grandissima squadra e orchestra un altro ribaltone: al 28’, Bebe batte la rimessa e vede il movimento sul secondo palo di Joselito, che fa 3-3, cinque minuti più tardi Pola anticipa Nurgozhin e di punta batte Higuita nell’uno contro uno. Il 5vs4 diventa il leit-motiv di un finale thrilling: serve un errore di Paco Sedano sul destro di punta di Douglas per ristabilire la parità, si va ai supplementari. L’extra-time inizia con il primo tiro libero dell’Europeo sloveno, se lo conquista la Spagna: Higuita, sul sinistro di Miguelin, ringrazia il palo. Il numero 11, in ombra per tutta la manifestazione, si accende: al 43’, rientra sul mancino e calcia, palla sotto l’incrocio e, anche grazie a una deviazione, è 5-4 per gli iberici. Higuita tiene in piedi i suoi con un paio di miracoli, Paco ne fa uno sul solito Douglas, ma deve soccombere ancora: imbucata di Taynan dalla destra, Zhamankulov si fa trovare sul palo opposto e fa 5-5. Serve il dischetto per decidere la seconda semifinale: Paco Sedano dice di no a Taynan, la Spagna segna sempre - decisivo l’ultimo rigore di Lin - e supera un ostacolo enorme nella corsa all’ottavo titolo del Vecchio Continente.


HIGHLIGHTS


KAZAKHSTAN-SPAGNA 6-8 d.t.r. (1-2 p.t., 4-4 s.t., 4-5 p.t.s., 5-5 d.t.s.) DIRETTA STREAMING
KAZAKHSTAN: Higuita, Taynan, Yesenamanov, Douglas, Nurgozhin, Zhamankulov, Suleimenov, Dovgan, Pershin, Taku, Tursagulov, Orazov, Shamro. Ct. Cacau
SPAGNA: Paco Sedano, Ortiz, Pola, Miguelín, Alex, Tolrà, Bebe, Adolfo, Solano, Lin, Lozano, Rafa Usín, Joselito, Jesús Herrero. Ct. Venancio López
MARCATORI: 7'04'' Taynan (K), 15'34'' aut. Yesenamanov (S), 18'42'' Tolrà (S), 24'14'' Higuita (K), 24'59'' Taku (K), 28'08'' Joselito (S), 33''01'' Pola (S), 38'41'' Douglas (K), 42'27'' Miguelín (S), 47'33'' Zhamankulov (K)
SEQUENZA RIGORI: Miguelín (S) gol, Taynan (K) parato, Ortiz (S) gol, Pershin (K) gol, Lin (S) gol
AMMONITI: Taynan (K), Suleimenov (K), Pola (S), Alex (S) Ortiz (S), Higuita (K)
NOTE: al 40'34'' Miguelín (S) calcia sul palo un tiro libero
ARBITRI: Bogdan Sorescu (ROU), Alessandro Malfer (ITA), Ondřej Černý (CZE); CRONO: Vasilios Christodoulis (GRE)


Francesco Carolis
*foto UEFA.com