skin adv

Il Minturno alza bandiera bianca. Di Ciaccio: “L'unico danneggiato sono io”

 09/02/2018 Letto 900 volte

Categoria:    Serie C1
Autore:    Vincenzo D Avino
Società:    MINTURNO





Domani non scenderà in campo per la quarta volta in questa stagione il Città di Minturno e come da regolamento verrà escluso dal campionato. La nota vicenda avvenuta a Cisterna con l'aggressione di mister Valente da parte di alcuni tesserati del Minturno ha portato alla rovina il club pontino, che ad inizio gennaio ha ricevuto molteplici daspo, tanti da ridurre ai minimi termini la rosa.

DI CIACCIO – E' il patron minturnese Daniele Di Ciaccio ad ufficializzare anzitempo l'uscita di scena della sua squadra dal campionato di Serie C1: “Abbiamo provato a rinfoltire la rosa dopo la decisione del giudice di dare il daspo ad oltre metà squadra, purtroppo cercare giocatori liberi in questo periodo della stagione è stato difficile, in particolar modo trovare ragazzi Under 21. - Prosegue il massimo dirigente -, abbiamo tentato di prendere tempo, rinviando alcune gare, le uniche due società che ci tengo a ringraziare per la disponibilità sono Spinaceto e Parioli, il resto, sportivamente parlando non sono nemmeno pronunciabili. L'unico danneggiato dalla nota vicenda che si è consumata a Cisterna sono io. Abbiamo tentato di impugnare la sentenza del giudice, ma non c'è stato nulla da fare, pensavamo di rinviare il giudizio e di avere il tempo necessario per concludere la stagione. A saperlo che sarebbero stati così rapidi, nel mese di dicembre mi sarei mosso in maniera più efficace sul mercato. Il mio legale ha comunque fatto ricorso, abbiamo ottime possibilità di vincere perchè alcuni giocatori e dirigenti che hanno ricevuto il daspo, nella vicenda non centrano nulla. Ma quando e se vinceremo il ricorso, il campionato sarà già bello che concluso. - Continua Di Ciaccio -. Sono l'unico danneggiato, è dal 1999 che faccio attività di Calcio a 5, dopo 19 anni metterò quasi sicuramente la parola fine”.

RINGRAZIAMENTI – Si congeda con un ringraziamento a chi gli è stato vicino il patron del Minturno: “Colgo l'occasione per ringraziare tutti i dirigenti e lo staff che mi sono stati vicino in questa avventura, ringrazio anche i calciatori che hanno fatto parte del roster ed in particolar modo chi è stato raggiunto da daspo pur non avendo fatto nulla. La squadra era in lotta per i playoff, vuol dire che in estate avevamo lavorato bene, costruendo una buona squadra. Sono certo che se tutto ciò non fosse accaduto, in lotta per accedere alla Serie B ci saremmo stati anche noi” 




COPIA SNIPPET DI CODICE