skin adv

Heracles, poker al Cassio e primato più solido. Macari: "Sappiamo soffrire"

 11/02/2018 Letto 94 volte

Categoria:    Serie C2
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    HERACLES





Nel sentitissimo derby di giornata Cassio Club ed Heracles danno vinta ad una partita molto avvincente che ha divertito il numerosissimo pubblico presente sugli spalti. Ad aggiudicarsi l’intera posta in palio è stata l’Heracles, che dimostrato una compattezza ed una personalità di categoria superiore.

PRIMO TEMPO - Nella prima frazione l’Heracles gestisce sin da primi minuti il possesso palla lasciando ai formiani solo qualche sporadico contropiede. La prima occasione è per Mella che non riesce a superare il portiere avversario. Il pivot dell’Heracles è, comunque, in giornata ed alla seconda occasione non sbaglia portando in vantaggio i suoi al 10’. Il Cassio reagisce impegnando Petrella con due tiri dalla distanza e trovando il pareggio al 15’ con una veloce ripartenza, con una netta complicità dei giocatori dell’Heracles, statici e fuori posizione in questa circostanza. Gli ospiti, subita la rete, riprendono a giocare e costringono spesso al fallo il Cassio, che già al 20’ raggiunge il bonus. La manovra dell’Heracles è fluida, ma sotto porta Mella, Monaco e Corrente peccano di imprecisione. Al 25’ ancora Mella si rende protagonista di un bel recupero in fase difensiva e dopo un uno-due con Corona deposita in rete in scivolata. L’Heracles al 28’ ha la possibilità di allungare, ma Bisecco si fa respingere il tiro libero da Petronzio. L’1-3 è solo rimandato ed arriva allo scadere sugli sviluppi di un’azione tambureggiante che Cardillo finalizza in rete dopo la prima respinta di Petronzio.

SECONDO TEMPO - Nella ripresa l’Heracles soffre maggiormente la pressione del Cassio che con Zottola e Sai costringe Petrella agli straordinari. Al 13’ è Lombardi ad accorciare le distanze, sfruttando alla perfezione un assist di Sai. La partita è in bilico, anche perché l’Heracles non riesce a sfruttare al meglio gli spazi lasciati dal Cassio, sciupando almeno quattro nitide ripartenze. Al 27’ Riso su punizione sfiora la rete. Il suo tiro è deviato in angolo grazie al doppio intervento di Petrella e Bisecco. Nei minuti finali il Cassio gioca la carta del quinto uomo, ma non trova la via del gol. È l’Heracles, invece ad approfittarne, siglando la rete del definitivo 2-4 nel recupero con Conte. Proprio allo scadere il Cassio ha la possibilità di accorciare, ma il tiro libero s’infrange sul palo.

MACARI - “Sono orgoglioso della prestazione della mia squadra” ha dichiarato a fine gara Macari, costretto sugli spalti per scontare l’ultimo turno di squalifica. “Abbiamo dimostrato di saper soffrire nei momenti salienti della partita e soprattutto sono contento della crescita in personalità, perché abbiamo sempre cercato di giocare a futsal riuscendoci per larghi tratti dell’incontro, pur trovando di fronte un ottimo avversario. È questa la mentalità giusta, che stiamo costruendo allenamento dopo allenamento grazie anche al sapiente lavoro di mister Treglia. Nella prossima partita affronteremo il Virtus Latina Scalo, la squadra contro cui abbiamo maggiormente sofferto finora. Sarà necessario mettere in campo lo stesso spirito di gruppo e la stessa fame di vittoria per portare a casa i tre punti. In questa fase del campionato non sono più ammessi errori”. 


Angelo Petrella
Ufficio Stampa ASD Heracles