skin adv

Inaugurazione del nuovo impianto al cardiopalma: Cecchina, 6-5 sull'Albano

 12/02/2018 Letto 148 volte

Categoria:    Serie D
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    CECCHINA





Dopo il turno di riposo la ASD Pro Calcio Cecchina torna in campo, inaugurando il nuovo impianto di Viale Spagna 2, contro lo Sporting Albano di Mister Sandro Moroni, profondamente rinnovato rispetto al girone di andata.

IL MATCH -Una gara complicata, ricca di emozioni, di occasioni e di pregevoli giocate individuali. Parte forte lo Sporting Albano che si porta subito in vantaggio concludendo magistralmente una azione di contropiede. Il Cecchina prova a scuotersi, ma su calcio di punizione (forse viziato da un blocco irregolare in barriera), Cenciarelli porta il risultato sul 2-0 per gli ospiti.
La squadra di Mister Scalchi con orgoglio rientra in partita, prima con Paloni, bravo a calciare al volo su respinta del portiere, e poi con il capitano Roberto Recine, che chiude nel migliore dei modi una triangolazione Paloni-De Angelis. Poco prima dello scadere sesto fallo per gli ospiti; Recine va sul dischetto del tiro libero ma sciupa. L’Albano si porta nuovamente in vantaggio sullo sviluppo di un calcio di punizione, trovando la rete dopo un batti e ribatti nell’area di rigore.
Il secondo tempo inizia con il risultato di 2-3 per gli ospiti con il Cecchina costretto a sbilanciarsi nel cercare il pareggio. Paloni in posizione di pivot riceve palla è salta l’estremo difensore albanense: calcio di rigore. Sulla sfera va Ianiri che si fa neutralizzare la conclusione dal numero uno degli ospiti.
Lo Sporting, dopo la paura, trova la rete del 4-2, chiudendo una azione sul secondo palo. A questo punto nuova reazione di orgoglio del Cecchina, che accorcia le distanze con De Angelis, servito da Pizziconi,  e trova il pareggio con un gran tiro dalla distanza di Ianiri. A 5 minuti dal termine è 4-4.
Ciancerelli, per l’Albano, trova il 4-5, sfruttando nuovamente nel migliore dei modi un calcio di punizione dal limite che batte Pizzuti. I ragazzi di Mister Scalchi non ci stanno e si spingono in avanti. Nuovo calcio di rigore per i padroni di casa, con Ianiri che dopo aver saltato il portiere calcia a colpo sicuro verso la rete , conclusione fermata con un fallo di mano da un giocatore avversario, che per proteste viene espulso. Sul dischetto va Paloni, che non sbaglia 5-5, spiazzando Valeri. Al 30esimo sempre Paloni si guadagna un calcio di punizione dal limite – Ianiri tocca la sfera e lo stesso Paloni insacca all’incrocio dei pali - 6-5 per il Cecchina. Nei due minuti di recupero concessi dall’arbitro lo Sporting spinge senza successo per trovare il pareggio. Al triplice fischio grande soddisfazione per la squadra rosso-blu (in verde nell’occasione) che trova tre punti importantissimi, sofferti e fortemente voluti, a testimonianza dell’unione di intenti di tutto il gruppo.

DICHIARAZIONI - Il vice allenatore Scarsella si dice contento: “Sicuramente sudatissimi, Mister Moroni sta guidando un bellissimo gruppo, abbiamo visto bellissime giocate da entrambi le formazioni, noi diversamente da loro abbiamo sprecato  tanto... Il tiro libero calciato e sbagliato da Recine, il rigore calciato e sbagliato da Ianiri e tante altre occasioni che non siamo riusciti a finalizzare, nonostante ciò ci abbiamo creduto fino alla fine, questo ha fatto la differenza”. Pizziconi, uno dei protagonisti, loda il gruppo. "Abbiamo fatto a tratti una buona partita. La cosa che ci ha permesso di portare a casa il risultato è stata la cattiveria e la grinta che abbiamo messo in campo. Siamo rimasti uniti e compatti per tutta la gara. Si vedeva la voglia della squadra di conquistare i 3 punti. Per quanto mi riguarda si ho fatto una buona gara, purtroppo però ho dei fastidi al ginocchio che non mi permettono di stare al meglio. Sto stringendo i denti per andare avanti ma vorrei stare fisicamente meglio per aiutare al massimo la squadra.” De Angelis, col suo gol ha chiuso la partita: “Abbiamo affrontato una squadra molto migliorata rispetto alla gara di andata. Siamo andati subito sotto ma con il tempo abbiamo acquisito sicurezza e ribaltato la partita. Dovevamo vincere a tutti i costi per inaugurare al meglio il nuovo campo, aver contribuito con un goal è una grande soddisfazione. Importanti i tre punti e anche il modo in cui sono stati conquistati, con una reazione di carattere e grinta”.
Mister Scalchi lascia un commento sulla gara: “Una gara infinitamente dura, vinta con il cuore e con la voglia di non arrendersi, stando sempre sotto di uno o due gol. Lo Sporting Albano è cresciuto moltissimo grazie al lavoro di Mister Sandro Moroni al quale vorrei fare i complimenti. Vorrei sottolineare le prove di Paloni e De Angelis, ottime. Ora ci aspettano due gare molto dure, cercheremo di lavorare la meglio per non farci trovare impreparati”.

Ufficio Stampa Cecchina




COPIA SNIPPET DI CODICE