skin adv

#Under19futsal, mancano solo i recuperi. Asti e Orte: percorsi netti. Festa A&S e Cioli

 19/03/2018 Letto 376 volte

Categoria:    Giovanili
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    VARIE





Al netto dei recuperi, si è praticamente chiusa la prima appassionante regular season dell’#Under19futsal. Manca ancora qualche verdetto importanti, ma il grosso è stato disputata. Due squadre su tutte: Asti e Orte, autrici di un percorso netto nella stagione regolare.

AL FOTOFINISH – L’Asti vince il girone A a punteggio pieno, superando anche i cugini del Città di Asti e chiude con un favoloso 22 su 22; continuano la stagione Aosta, L84 (che si tiene il podio superando di misura l’Athletic), Carmagnola e Val ‘Lans. Il girone B aveva da tempo un padrone, il Bergamo. Che chiude la stagione regolare con un pari contro il San Biagio Monza, ai playoff insieme a Cardano, Videoton Crema e quel Domus Bresso che supera il Mantova, estromettendo di fatto la Cometa dalla post regular season. L’ultimo turno del girone C dominato dalla Fenice, con il Giorgione secondo, serviva a stabilire la squadra sul gradino più basso del podio, ossia la Came Dosson (ok), che opera il sorpasso nei confronti di un Villorba comunque ai playoff, insieme al Città di Mestre. Il girone D si chiude con il convincente successo di un Padova già primo, sul quel Carré Chiuppano che scivola al terzo posto, sopravanzato da un Bubi Merano a segno con il qualificato Cornedo, al pari della Luparense. Il girone E vinto dal Kaos Reggio, Imolese, Olimpia Regium, Bagnolo e IC Futsal continuano la stagione. Posizioni decise nel girone F, dove c’è Il Rotino dalle settebellezze, davanti a Poggibonsese, Siena, San Giusto e Sangio. Nel girone G della capolista imbattuta Cobà, la corsa a tre per due pass che valgono i playoff vengono presi da Buldog e Fano, a far compagnia a Torronalba e Corinaldo; niente da fare per il Pesaro. Nel girone H, vince al fotofinish l’Acqua&Sapone (corsara sul campo della Tombesi Ortona) sul Pescara, ai cui non basta battere il Real Dem (comunque ai playoff insieme al Cus Molise) per il primato nella fase a gironi.

SPRINT FINALI - Venti di B&A Sport nel girone L: i viterbesi passano nel fortino del già qualificato Aniene 3Z centrando l'en plein; l'Olimpus Roma si aggiudica lo scontro diretto con la Lazio e resta secondo; biancocelesti avanti insieme al Savio. Il Latina la spunta sulla Mirafin e, per una notte, sogna il primato nel girone M, ma la Cioli Ariccia Valmontone vince il testacoda di lunedì con la Forte Colleferro e opera il definitivo controsorpasso, chiudendo in vetta; Ferentino da podio, Brillante ai playoff nonostante la sconfitta contro il già qualificato Ciampino Anni Nuovi, perché il Lido di Ostia cade in casa con lo Spinaceto. Nel girone N, il San Paolo Cagliari si impone nello scontro al vertice con il Futsal Futbol Cagliari e vince il girone, a prescindere da ciò che farà il Città di Sestu impegnato il 25 con il Cagliari 2000. Sconfitta ininfluente per il Lollo Caffè Napoli nel girone P: il 3-2 permette al Fuorigrotta di difendere il secondo posto, Stregoni ai playoff insieme al Marigliano, l'ultimo posto se lo prende il Torre del Greco, in virtù dello "spareggio" vinto di misura con la Feldi Eboli. Il Cataforio piega la Polisportiva Futura e suggella la vittoria del girone R, qualificate Real Rogit, Or.sa Aliano e Policoro. Mancava un solo verdetto nel girone S della capolista Capurso: la quarta piazza è del Sammichele, che batte gli Azzurri Conversano nello scontro diretto. Lo sprint nel girone T, se lo aggiudica il Barletta: i biancorossi superano il Ruvo, rendendo inutili ai fini della classifica sia il successo del Bisceglie a Giovinazzo, sia i recuperi di domenica 25. Nel girone V, quello vinto dal Maritime Augusta, Mabbonath, per ora secondo con il successo sul Cefalù. Ma il Meta, che il 25 ospita il Real Parco, ha in mano il proprio destino. Qualificate da tempo Mascalucia e Regalbuto.


Ufficio stampa Divisione