skin adv

Real, il bilancio di Bartoli: "6,5 alla stagione. Il gruppo è migliorato tanto"

 12/04/2018 Letto 340 volte

Categoria:    Serie C1
Autore:    Francesco Carolis
Società:    REAL CIAMPINO





Missione compiuta. Il Real Ciampino si congeda dalla stagione 2017-2018 con un brillante 9-1 alla Vigor Cisterna davanti al pubblico amico: gli aeroportuali di Luciano Bartoli, dopo essersi assicurati la salvezza in C1, si tolgono anche la soddisfazione statistica di restare fuori dalla zona playout, terminando il campionato in nona posizione con un bottino di 32 punti. Tra bilanci e uno sguardo al futuro, il tecnico traccia una panoramica della situazione di una realtà che, passo dopo passo, vuole farsi sempre più strada.

BILANCIO - Il netto successo sulla Vigor è stato il modo migliore per salutare l’annata: “Una gara senza sbavature - commenta Bartoli -, si è vista la giusta concentrazione, anche se, in realtà, non c’era nulla da giocarsi. Avevo chiesto ai ragazzi una prestazione per chiudere la stagione in bellezza, è andata bene”. Tra alti e bassi, l’obiettivo societario della permanenza in C1 è stato raggiunto: “Dopo 8 mesi di lavoro, ce l’abbiamo fatta. La stagione, secondo me, è positiva: il mio voto è 6,5. Eravamo arrivati a ridosso dei playoff e, dopo la pausa natalizia, probabilmente potevamo fare meglio: ci siamo ritrovati con una rosa abbastanza corta e abbiamo dovuto soffrire, ma siamo riusciti a riprendere la retta via dopo un paio di mesi di blackout”.

FUTURO - Tra le soddisfazioni maggiori in casa Real, c’è, senza dubbio, la crescita costante di una rosa giovane sul palcoscenico più importante del futsal laziale: “Credo che, sia tatticamente che tecnicamente, il gruppo sia migliorato tanto, grazie prima a mister Scaccia e, nell’ultimo periodo, alla mia gestione. Bisogna lavorare sulla testa: sabato, ad esempio, i ragazzi sono andati alla grande e hanno espresso una prova notevole, altre volte, invece, quando la posta in paio era alta, ci sono state difficoltà maggiori”. Dal presente al futuro, il passo è breve: “Per quanto mi riguarda, ancora devo parlare con la società ed è tutto da vedere. A proposito del Real, mi aspetto una stagione ancora migliore. L’organico ha bisogno di qualche integrazione a livello numerico: bisognerà puntare prima di tutto alla salvezza, ma, con qualche innesto, forse si può mirare anche più in alto”.


Francesco Carolis




COPIA SNIPPET DI CODICE