skin adv

Cures, gli esami non finiscono mai. Pirri: “Sabato l’ennesima prova del nove”

 12/04/2018 Letto 451 volte

Categoria:    Serie D
Autore:    Antonio Iozzo
Società:    CURES





Un girone di ritorno quasi perfetto, con cinque vittorie e un pareggio in sei gare. Questi i numeri del Cures, che nella seconda parte di campionato è riuscito a cambiare marcia e adesso si augura di chiudere alla grande questa regular season: “La squadra sta bene ed è molto motivata - spiega Diego Pirri -. Faremo di tutto per finire nel migliore dei modi, dando sempre il massimo, soprattutto sabato prossimo, quando servirà il 101% per portare a casa un risultato positivo”.


ATLETICO 2000 – Il prossimo impegno sarà sicuramente il più complicato dei quattro che mancano al termine del campionato. La formazione di Lelli, infatti, ospiterà l’Atletico 2000, compagine in piena lotta per la vittoria del girone: “Delle gare che restano è senza dubbio la più tosta: sarà un nuovo esame, l’ennesima prova del nove”. Il divario di punti però non preoccupa: “La classifica non conta, perché è la conseguenza di una prima parte di stagione complicata - analizza il giocatore -. Siamo partiti male, ma poi, nelle ultime gare, abbiamo dimostrato di potercela giocare anche con le formazioni che ci precedono. Sabato mi aspetto una gara tattica e chiusa, perché l’Atletico conosce il nostro potenziale, come noi conosciamo il loro. Sarà importante iniziare subito bene, cercando di andare in vantaggio. Servirà la massima attenzione in difesa e un grande cinismo in avanti, per concretizzare le occasioni create”. Di certo, il Cures arriverà all’appuntamento al top della forma mentale: “L’aspetto psicologico è fondamentale. Nel girone di ritorno abbiamo conquistato cinque vittorie e un pareggio, risultati che hanno portato il morale a mille - sottolinea Pirri -. Nonostante questo, però, dobbiamo restare con i piedi per terra. Nel prossimo turno affronteremo un avversario di livello, ma proveremo comunque a portare a casa i tre punti”.


Antonio Iozzo