skin adv

Casu della vita: Sestu, il pari contro l'Arzignano vale un playoff da quarto

 16/04/2018 Letto 105 volte

Categoria:    Serie A2
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    CITTA DI SESTU





Un punto che vale tanto: l’ 1-1 con il quale il Città di Sestu esce dal PalaTezze di Arzignano significa quarto posto al termine del campionato, playoff ma soprattutto la miglior difesa del Girone A ed il tutto è arrivato al primo anno di Serie A2. Nonostante le molteplici defezioni, i rossoblù mettono in scena una prestazione solida contro un Real Arzignano che andava alla ricerca di un primo posto che avrebbe avuto del miracoloso.


LA PARTITA - Il tecnico locale Cristian Stefani può contare su tutti gli effettivi e schiera dall’inizio Urbani tra i pali, Jesùs Murga, Pichi, Tres e Amoroso, non può dire lo stesso Mario Mura costretto a rinunciare a ben otto giocatori e risponde con lo starting five composto da Erbì, Casu, Escobar, Gonzalez e Ruggiu. La prima frazione si chiude a reti inviolate e da segnalare c’è il solo giallo comminato ad Abel Gonzalez, nella ripresa succede tutto nella prima metà di frazione con la rete del vantaggio sestese firmata da Angelo Casu, alla prima marcatura in A2 della sua carriera, arrivata al 3’01”, mentre il definitivo 1-1 lo sigla Kokorovic al minuto 8’11”. Per i ragazzi di Mario Mura una stagione regolare da applausi ma soprattutto conferme importanti in vista dei playoff : una difesa granitica con 53 reti subite, una squadra che tira fuori il meglio di sé nelle difficoltà ed ora si prepara a lanciare il guanto di sfida alle altre contendenti, partendo dal doppio confronto con il Carrè Chiuppano.


REAL ARZIGNANO-CITTÀ DI SESTU 1-1 (0-0 p.t.)
REAL ARZIGNANO: Urbani, Jesùs Murga, Pichi, Tres, Amoroso, Houenou, Marcio, Rosa, Salamone, Kokorovic, Concato, Zambello. All. Stefani
CITTÀ DI SESTU: Erbì, Casu, Lopez Escobar, Gonzalez, Ruggiu, Soro, Mura M., Mura S., Fois. All. Mura M.
MARCATORI: 3'01'' s.t. Casu (S), 8'11'' Kokorovic (A)
AMMONITI: Gonzalez (S), Jesùs Murga (A)
ARBITRI: Enrico Pagano (Torre Annunziata), Alessandra Carradori (Roma 1) CRONO: Davide Marchetti (Chiavari)



Ufficio stampa Sestu