skin adv

Kakà, formula playoff: "Kaos, concretizziamo tutto quello che creiamo"

 16/04/2018 Letto 180 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    KAOS





Un'altra missione compiuta, un 3-0 frutto di una gara attenta e per nulla semplica da portare a casa. Il Kaos Reggio Emilia sbanca anche Fiano Romano, tempio di una Lazio ancora alla ricerca disperata della salvezza (giocherà invece il playout con Milano), e si prende altri 3 punti dalla penultima giornata del campionato di serie A che significano, per i granata di Juanlu, 5° posto in classifica a 40 minuti dal termine della regular season. Ci sarà il derby con l'IC Futsal a far calare il sipario prima dei playoff scudetto, e soli 3 giorni prima del grande appuntamento con la Final Four di Coppa della Divisione, la cui organizzazione è stata affidata proprio alla società reggiana con la due giorni del PalaBigi in programma sabato 28 e domenica 29 aprile (con l'IC Futsal si scenderà in campo alle ore 20.30 di mercoledì 25). La vittoria con la Lazio è valsa quindi il sorpasso sul Real Rieti, sconfitto dal Cisternino, con Kakà e soci saliti a quota 42 punti e a +2 sull'unica squadra capace di batterli due volte in campionato, punti che sarebbero 50 se consideriamo quelli conquistati sul campo.


LA PARTITA - Per la gara di Fiano Romano, che arriva quattro giorni dopo il blitz di Coppa a Roma contro la Virtus Aniene, mister Alonso recupera un giocatore rimasto ai box per tutta la stagione: Vinicius entra nei 12 dopo l'operazione estiva al ginocchio e farà il suo esordio, nel corso di una gara che il Kaos approccia con Timm tra i pali, Avellino, Dian Luka, Mello e Fits in quintetto. Si vede davvero poco nel corso del primo tempo, bloccato e con la Lazio capace di tenere sotto controllo la banda Alonso, che crescerà con il passare dei minuti. Ne servono però ben 28 per trovare la rete del vantaggio, con Lucho Avellino a sbloccare la contesa che, a quel punto, si apre sotto ogni punto di vista. Col portiere di movimento praticamente fisso, il Kaos manifesta una grande attenzione difensiva e quella concentrazione che aveva richiesto mister Alonso alla vigilia. La Lazio fa pure paura con 2-3 situazioni pericolose create da Bizjak (grande salvataggio di Kakà a 5' dal gong) e Jorginho, con Timm strepitoso su quest'ultimo, ma la truppa granata la risolve nel giro di 20 secondi. Mancano poco più di 3 minuti quando Rafael Fits riparte e con un paio di finte si crea la possibilità di scaricare col suo sinistro, nel cuore dell'area, il 21° gol in campionato che diventa, 20 secondi più tardi, il numero 22 col pivot brasiliano scatenato e in grado di raggiungere capitan Kakà nella sfida, chiamiamola così, tra i due capocannonieri di un Kaos che continua a correre fortissimo.


KAKA' - Il commento alla vittoria contro la Lazio Calcio a 5 di capitan Kakà: "Siamo partiti sottotono, come ci capita spesso, poi abbiamo rimesso la partita sui binari giusti. Abbiamo giocato una partita attenta in fase difensiva e creato molto in attacco, ma l'abbiamo sbloccata solo nel secondo tempo. Dopo il gol di Lucho (Avellino, ndr) abbiamo continuato a giocare con intensità e tenendo noi il pallino del gioco. Faccio i complimenti al gruppo perché non era facile andare a vincere sul campo della Lazio, loro si giocavano la salvezza diretta e hanno dato tutto. Dobbiamo migliorare nella capacità di concretizzare le tante occasioni che creiamo, lo dico a me stesso per primo, per fare il salto di qualità che ci manca. Adesso godiamoci questa vittoria e poi subito a lavoro per affrontare al meglio l'ultima partita di campionato e le final four di Coppa della Divisione che giocheremo in casa".


Lazio-Kaos Reggio Emilia 0-3
Marcatori: st 7'55” Avellino, 16'37” e 16'57” Fits
Lazio: Laion, Gedson, Scheleski, Jorginho, Bizjak, Liistro, Gastaldo, Chilelli, De Lillo, Lupi, Biscossi, Luce. All. Reali
Kaos Reggio Emilia: Timm, Dian Luka, Mello, Fits, Avellino, Tuli, Fusari, Kakà, Micheletto, Vinicius, Pulvirenti, Molitierno. All. Alonso
Arbitri: Alfano di Palermo e Raffaelli di Treviso. Crono Seminara di Tivoli
Ammoniti: Timm (K) e Lupi (L)


Ufficio stampa Kaos




COPIA SNIPPET DI CODICE