skin adv

Zagarolo, promozione a un passo. Cecilia: “Massima concentrazione con l’Edilisa”

 04/05/2018 Letto 160 volte

Categoria:    Serie D
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    CITTA DI ZAGAROLO





Partitella in famiglia con gli Allievi per la prima squadra del Città di Zagarolo, in un clima sereno, smanioso di tendere verso il festivo. La festa, non bisogna dimenticarlo assolutamente, passa dai tre punti che le furie amaranto dovranno conquistare con la spinta del proprio tifo domani sera contro l’Edilisa (inizio gara ore 21.40). Ne basterebbe anche uno, di punto, ma Marco Cecilia, innesto di estremo valore che è andato a rimpolpare in corso d’opera la forbita schiera di Mauro Riccomagno, sa che con la mentalità giusta e col calore del Palazzetto la vittoria può arrivare con grande probabilità.


Marco, sarà una passerella domani sera?
No, non possiamo permetterci di pensare che lo sia. La partita va giocata, contro una squadra che all’andata ha tenuto bene il campo procurandoci anche qualche grattacapo; la concentrazione dev’essere massima, penso che comunque, se entriamo in campo con il solito atteggiamento, possiamo portarla presto dalla nostra parte.


Come giudichi l’anno di Marco Cecilia?
Estremamente positivo. Mi sentivo inizialmente un po’ forestiero, in quanto approdavo da Roma in un gruppo già consolidato. C’è voluto poco per dissuadermi da quell’iniziale sentimento, i miei compagni mi hanno accolto con grande entusiasmo: dopo un paio di settimane, la sensazione era di far parte di questo gruppo da sempre.


Un rapporto idilliaco da sviluppare ulteriormente?
Toccando ferro, l’anno prossimo dovremmo affrontare un campionato di maggiore qualità con tante squadre di livello pronte a competere per il vertice; farsi largo non sarà facile, tuttavia confido nella forza del nostro collettivo, edificato su amicizie sincere dentro e fuori dal campo e intenzionato a puntare in futuro verso mete ancor più nobili. Ripeto, in un campionato di C2 l’asticella della difficoltà si alza e parecchio, però sono convinto che, seppur giovani, saremo in grado di dire la nostra, facendo leva su un anno in più di legame tattico, oltre che umano, e magari su qualche inserimento mirato che vada a dare ancora qualche alternativa in più in rosa.


Quanti ne fa domani Cecilia?
Mah, dipende da quanto verrò impiegato. L’importante è centrare il risultato, ci sarà sicuramente il solito e impagabile supporto del nostro tifo a far da fattore determinante. Ripensandoci, almeno un gol devo farlo, lo devo dedicare a mia madre che sarà seduta sugli spalti in occasione di questo grande appuntamento. 


Ufficio Stampa Città di Zagarolo