skin adv

Lositana, Zannino col pollice all'insù: "Abbiamo cambiato mentalità"

 05/05/2018 Letto 138 volte

Categoria:    Serie C2
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    LOSITANA





Il campionato della Lositana si è concluso con un quinto posto finale. Una stagione certamente positiva, dopo la retrocessione dello scorso anno. Una risalita dettata dalla volontà del club orange di riscattarsi immediatamente. Un riscatto firmato Marco Zannino. Il presidente Piero Tagliaboschi in estate ha deciso di puntare su un tecnico di grande esperienza per provare a cambiare la mentalità della sua squadra. Missione compiuta, anche se a poche settimane dalla fine capitan Losito e compagni erano riusciti ad agganciare la zona playoff.

ZANNINO - E' proprio il tecnico orange a tracciare un bilancio dell'annata appena conclusa: “Se vediamo da dove siamo partiti è stata certamente una stagione positiva, ma se consideriamo dove potevamo arrivare allora ci è mancato qualcosa. Quest'anno il nostro obiettivo era quello di strutturare il lavoro e cambiare atteggiamento e penso che ci siamo riusciti”. Dopo un avvio altalenante, la formazione tiburtina ha iniziato a marciare forte: “All'inizio della stagione avevamo bisogno di trovare la nostra mentalità ed abbiamo lavorato molto per riuscire a compiere un passo in avanti. Con il tempo abbiamo iniziato a migliorare sotto tutti i punti di vista con il lavoro”. Una volta arrivata al terzo posto, però, la Lositana ha inanellato una serie negativa che ha fatto sfumare il sogno play off: “Probabilmente ci è mancata l'abitudine a giocare dovendo difendere certe posizioni – spiega mister Zannino – Se è difficile conquistare il terzo posto, ancora più difficile è conservarlo. Questo perché gli avversari danno sempre il massimo quando di fronte si trovano una delle prime in classifica e non è facile scendere in campo con l'obbligo mentale di dover sempre vincere”. Il tecnico orange non ha dubbi sulla gara che ha segnato la discesa dei suoi: “Il match contro la Fenice ci ha tolto tanto. Stavamo vincendo contro la prima in classifica, ma abbiamo subito il sorpasso nell'ultimo minuto. Lì abbiamo perso qualcosa e non è un caso che subito dopo abbiamo subito il ko contro il Monte San Giovanni, giocando il peggior secondo tempo di tutta la stagione. Quella contro la capolista è stata una sconfitta che ha avuto ripercussioni sulle altre gare. Una vittoria ci avrebbe dato ancora più entusiasmo, invece ci ha tolto le certezze che avevamo costruito con il sudore nell'arco della stagione”.


Ufficio Stampa ASD Lositana
 




COPIA SNIPPET DI CODICE