skin adv

Sporting Albano, un Fiore già sbocciato: "Voto 7 al nostro primo anno"

 10/05/2018 Letto 293 volte

Categoria:    Serie D
Autore:    Francesco Carolis
Società:    SPORTING ALBANO





Buona la prima. La stagione d'esordio nel mondo del calcio a 5 dello Sporting Albano è ormai conclusa e il tempo dei bilanci incombe, ma sul segno più non sembra esserci discussione: sotto l’attenta guida tecnica di Alessandro Moroni, volto storico del futsal regionale che ha appeso gli scarpini al chiodo per dedicarsi all'esperienza in panchina, il sodalizio castellano si è disimpegnato con destrezza nel girone A di Serie D, totalizzando 29 punti e, soprattutto, facendosi le ossa in vista di un futuro che, come racconta il dirigente Giuseppe Fiore, promette benissimo.

Giuseppe, partiamo dal bilancio di questa stagione, che volge ormai al termine: com’è andato il 2017-2018?
"È stato un anno difficile e molto impegnativo, come si poteva prevedere per una neocostituita società. Lo Sporting Albano, come alcuni già sanno, è riuscito a portare a termine il suo primo campionato di Serie D grazie allo sforzo economico del suo unico sponsor Tecnologie Meccaniche Srl, che ringrazio apertamente, e alla passione di un gruppo di amici, coadiuvati dall’esperienza sul campo di mister Moroni.  Essendo una società nuova, dobbiamo certamente migliorare alcune sbavature a livello dirigenziale, a causa della mancata esperienza di alcuni dei membri dello staff che, a ogni buon modo, ringrazio in maniera più che sentita perché hanno creato e danno la possibilità ad un gruppo di giovani di vivere la passione per questo sport".

Che voto dai al campionato della squadra?
"Alla squadra mi sento di dare un buon sette, per la voglia e i sacrifici applicati al campo dopo un inizio non facile, soprattutto dal punto di vista dei risultati. Abbiamo dimostrato di saper reagire alle prime brucianti sconfitte, riuscendo, a tratti, a ristabilire il gap tecnico con le altre squadre del campionato".

Dopo un inverno complicato, state chiudendo l’annata in crescendo e il 3-2 dell’ultimo turno è il quinto risultato utile consecutivo: cosa è cambiato in questo girone di ritorno?
"Dopo un girone d’andata chiuso con appena 6 punti, abbiamo saputo reagire e raccogliere quanto avevamo seminato, chiudendo con 23 punti il girone di ritorno. Siamo stati capaci di alzare la testa nei momenti critici e, con spirito di abnegazione, abbiamo trovato risultati insperati: siamo stati in grado di limare i tanti errori che hanno contraddistinto il nostro inizio di campionato. È stato un lavoro di gruppo che ha coinvolto tutto lo staff, insieme ai ragazzi sul campo. Bisogna dare atto alle intuizioni di mister Moroni e della società se al temine della stagione possiamo chiudere con qualche risultato utile consecutivo, dimostrazione che, con il lavoro, si possono ottenere buoni risultati".

Qual è il progetto sportivo e societario dello Sporting Albano? Cosa ha in serbo la società per il futuro?

"Nei prossimi giorni lo staff dirigenziale dello Sporting Albano si riunirà per meglio delineare i tratti del futuro della società. Mi auguro, per il bene dei tanti giovani in rosa che tanto bene hanno fatto in questa stagione e per la passione profusa da ognuno dei membri che hanno partecipato quest’anno alle attività del campionato, che si possa continuare in un prossimo futuro migliorandosi volta per volta, sempre con lo scopo di portare avanti i valori sani e semplici dello sport".


Francesco Carolis




COPIA SNIPPET DI CODICE