skin adv

C.Fontana, inizia l'era De Bella. Pistella: "Può insegnare tanto. Ora acquisti mirati"

 24/05/2018 Letto 673 volte

Categoria:    Serie C1
Autore:    Elia Modugno
Società:    REAL CASTEL FONTANA





Il Castel Fontana riparte dal nuovo corso tecnico firmato Simone De Bella. Lo scorso anno lo si era visto tornare sui campi di calcio a 5 dopo una lunga assenza: decisione che non ha trovato la fortuna dalla propria parte, perché un pesante infortunio ha compromesso la seconda parte della stagione. Il giocatore, con un passato in Serie A, ha deciso di rimanere al Castel Fontana, ma stavolta per vestire i panni da allenatore.

PISTELLA – “La nostra stagione, come hanno ricordato anche i giocatori nelle precedenti interviste, è stata abbastanza triste – dichiara Gabriele Pistella, il direttore generale dei rossoneri -. Avevamo altre aspettative all’inizio del campionato, ma queste non sono state rispettate. Ripartiamo per il futuro da Simone De Bella, questa è la principale novità di questi ultimi giorni. Sarà lui il nuovo allenatore della prima squadra, mentre Leo Castet resterà in qualità di preparatore atletico. De Bella ha una lunga esperienza in Serie A e può insegnare tanto a questi giocatori. Punteremo a fare bene, senza partire come favoriti, ma sperando di fare un campionato tranquillo. Cercheremo di tenere una certa ossatura della squadra di quest’anno, alla quale si aggiungeranno acquisti mirati di ottimo livello per rinforzare la nostra rosa, con la ricerca di qualche giovane valido”. A livello giovanile, il Real Castel Fontana confermerà la Juniores, che sarà guidata anche per il prossimo anno da Gianluca Gatta: “La nostra Juniores ha disputato un ottimo campionato. Qui ai Castelli Romani non abbiamo grandi strutture al chiuso e giocare su superfici all’aperto frena un po’ il settore giovanile. Non è facile crearne uno quando non si ha a disposizione un importante bacino d’utenza, come invece accade in altre realtà. Noi, comunque, manterremo la Juniores con giocatori sotto età per permettere loro di migliorare anche come gruppo, giocando di più insieme durante questo percorso di crescita calcistica. Gatta sarà il mister: è un allenatore che si applica con i giocatori più giovani e ha fatto un buon lavoro”.


Elia Modugno