skin adv

Cures, D’Attilio: “La finale un grande traguardo. Scandriglia? Nessuna paura”

 25/05/2018 Letto 188 volte

Categoria:    Serie D
Autore:    Antonio Iozzo
Società:    CURES





La semifinale è stata superata alla grande, con un netto 5-0. Adesso l’ultimo atto della stagione per il Cures, che spera di conquistare la Coppa Provincia di Rieti, per rendere memorabile questo primo anno nel futsal. Dopo un grande girone di ritorno, battere lo Scandriglia vorrebbe dire chiudere in bellezza e poter guardare con maggiore fiducia al futuro.


Ottime, senza dubbio, le indicazioni arrivate mercoledì con il pokerissimo rifilato allo Stimigliano: “Ci aspettavamo una gara sicuramente diversa e molto più tirata - confessa Carlo Alberto D’Attilio -, anche perché avevamo di fronte una squadra esperta, capace di chiudere il girone al secondo posto, dopo un campionato trascorso quasi sempre in testa”. Il 5-0 finale sorprende, ma fotografa perfettamente una gara a senso unico: “Abbiamo disputato la migliore partita della stagione, senza commettere errori”.


Martedì, contro lo Scandriglia, servirà lo stesso Cures: “Essendo il nostro primo anno, questa finale rappresenta un grande risultato, visto che la nostra squadra è stata ideata solo a giugno - sottolinea il direttore sportivo -. C’è grande soddisfazione per questo traguardo”. Un traguardo raggiunto grazie alla crescita esponenziale evidenziata nella seconda parte di stagione: “Nel girone di ritorno abbiamo cambiato marcia con otto vittorie, un pareggio e una sconfitta. Siamo contenti di essere arrivati in finale, ma ciò non ci meraviglia, perché abbiamo imparato a conoscere il nostro valore”. Adesso serve un ultimo sforzo, per chiudere in bellezza: “Mi  aspetto una finale aperta e con tante reti. Dovremo fare attenzione soprattutto a Florin, ma sappiamo di potercela giocare alla pari - conclude D’Attilio -. Rispettiamo i nostri avversari, ma non abbiamo paura”.   


Antonio Iozzo