skin adv

Coppia che vince non si cambia, nemmeno al Provincia. Rao: “Una grande festa”

 30/05/2018 Letto 443 volte

Categoria:    Tornei
Autore:    Marco Panunzi
Società:    PROVINCIA DI ROMA





È quello che aiuta l’organizzatore storico del Provincia di Roma a mettere in piedi il torneo. Giovanni Rao è l’uomo ombra, quello che fa il lavoro sotterraneo nelle pratiche organizzative della competizione. In un duo (ritratto nella foto) con Vincenzo Coccia, che si è rivelato vincente anche in campionato.

CAMPIONATO – Il loro Atletico 2000 ha raggiunto la C2, vincendo il girone reatino. Questa unione d’intenti si è rivelata una formula vincente. “Con Vincenzo praticamente oramai c’è un’amicizia, non c’è più solamente un discorso lavorativo. C’erano delle incognite ma abbiamo dimostrato di saperle superare”, il pensiero del preparatore dei portieri dell’Atletico 2000 Giovanni Rao, fedele scudiero del tecnico Vincenzo Coccia. “Fin dall’inizio eravamo la squadra più forte, un punto interrogativo era la partecipazione ad un girone diverso, ma abbiamo dimostrato di essere i più forti, secondo me”.

PROVINCIA DI ROMA – Come per la gestione dell’Atletico 2000, anche al torneo che va in scena a via delle Nespole Rao e Coccia operano insieme: il primo è quasi il braccio operativo del secondo. “Al Provincia lui organizza, io sono metaforicamente quasi un dirigente accompagnatore: il mio è un lavoro sotterraneo, la gestione è opera sua. Come dire, il mio è un lavoro esterno, che viene dopo la sua pianificazione”, racconta Giovanni, al secondo anno nell’organizzazione del Provincia, nella sua carriera anche d.s. all’Atletico Centocelle. Che sa cosa serve per vedere un torneo che ‘vinca’, come il suo club. “La vittoria sarebbe vedere tanta gente al circolo: per esempio, ieri è venuto Simone Fratoni (colonna portante dell’Acquedotto, giocatore storico del club alessandrino) ed è rimasto stupido nel vedere tanta gente. Una grande festa, con tanti amici che si ritrovano e tante persone che stringono rapporti. Doverosi ringraziamenti vanno al presidente Marco Riccialdi e al direttore Faziani per l'ospitalità del loro circolo e anche allo staff del bar Taverna che allieta le nostre serate”.


Marco Panunzi




COPIA SNIPPET DI CODICE