skin adv

Virtus, Capatti si presenta: "Porterò le mie idee e un futsal spavaldo"

 07/06/2018 Letto 368 volte

Categoria:    Femminile
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    VIRTUS CIAMPINO





Mi chiamo Filippo Capatti, vengo da Roma e ho 37 anni. La divisa che porta è inconfondobile e il concorrente dei Soliti Ignoti conferma subito, come possibile identità segreta, quella di "prossimo allenatore della Virtus Ciampino". Amadeus formula la domanda di rito: "Filippo, sei tu il nuovo allenatore della Virtus Ciampino?" e dopo gli interminabili secondi di attesa che lasciano gli appassonati del futsal con il fiato sospeso, arriva la risposta di Filippo: "Sì, sono io".


Neanche lo sforzo di cambiare colori, dalla giallorossa Roma Calcio Femminile alla giallorossa Virtus Ciampino, ma con un salto di categoria: "Mi sento al settimo cielo. Assaporare l'aria del nazionale, dei palazzetti ogni domenica e leggere "Serie A" sono cose che renderebbero elettrico chiunque. Sono come un bambino davanti alla ruota panoramica e non vedo l'ora di confrontarmi con questa nuova categoria".


Perché per Filippo è un esordio assoluto e Paola Marcone ha creduto in questo allenatore giovane e dalle belle speranze: "Con Paola la conoscenza è di lungo corso e il rispetto e la stima reciproca - credo - siano alla base di questa "convivenza". Di certo il lavoro di Nanni è stato anch'esso fondamentale per la buona riuscita dell'operazione".


Che Virtus sarà quella di Filippo Capatti? "Vorrei proseguire con le idee di gioco che avevo alla Roma, un futsal di dominio del pallone, propositivo, spavaldo e fatto di possesso, senza perdere però le basi che ha posto Calabria. Sarà una nuova Virtus ma il nuovo si fonda su ciò che già c'è".


"Prendo l'eredità di un galantuomo del futsal, di un vero signore di questo sport. Non è possibile fare paragoni tra un re e un giovane rampollo, ma la mia volontà è quella di dimostrare a me stesso, alla squadra e alla società di essere il degno erede di una figura così importante". Se è ancora presto, per sua stessa ammissione, per l'incoronazione a ottavo re di Roma, stendiamo il tappeto rosso all'arrivo del nuovo allenatore della Virtus: il principe Filippo.


Teana Tittoni
Ufficio Stampa A.S.D. Virtus Ciampino