skin adv

#futsalmercato, il castiga-Lupi sbarca in Italia: Alex Constantino, il colpo del Meta

 10/07/2018 Letto 383 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Pietro Santercole
Società:    META





Due reti in quella maledetta partita che ha estromesso i Lupi dalla Final Four di Uefa Futsal, per mano degli ungheresi del Eto Győr, allenati dal Mito Javi Rodriguez. Proprio la Luparense si era informata sulle sue gesta la scorsa stagione. Alla fine vedremo comunque Alex: è il colpo del Meta in vista della prim stagione in Serie A.

LA NOTA - Lo spagnolo è un autentico enfant prodige, lo scorso anno top score nel campionato ungherese con 45 gol. La Meta Catania C5 chiude un colpo di primo livello ed è lieta di annunciare l’acquisto del winger/pivot spagnolo Alejandro Constantino. Un rinforzo di primo livello per la formazione rossazzurra che va ad impreziosire il suo potenziale offensivo con una autentica macchina da gol. Importante e determinante per il buon esito dell’operazione l’intervento della Proneo Sport che rappresenta il giocatore. Constantino, classe 1994, appena 24enne approda alla Meta Catania C5 dopo un anni fantastici nelle file della squadra ungherese del Raba Eto. Cresce come un predestinato, con il talento e il suo essere letale sotto porta fin dall’età di sette anni. Nel C.D. Geminis compie i passi importanti di maturazione diventando anno dopo anno e categoria dopo categoria top scorer del campionato. All’età di 20 anni il grande salto verso il Barcellona B. Dalla stagione 2015 anni fantastici, come dicevamo, in Ungheria che hanno regalato al giocatore innumerevoli successi: nelle ultime tre stagioni ha vestito la maglia del Raba Eto militante nella massima divisione ungherese conquistando anche il prestigioso triplette negli ultimi due anni consecutivi portandosi a casa Campionato, Coppa d’Ungheria e Supercoppa mettendo a segno in due stagioni ben 93 reti, 45 la scorsa, che uniti ai 38 del primo anno portano il suo score personale a 131 gol in tre anni. Con gli Ungheresi ha disputato anche la Uefa Futsal Cup dov’è stato uno dei grandi protagonisti della competizione internazionale. Potente fisicamente, veloce e adattabile nel ruolo sia come classico pivot, sia come esterno. Devastante bell’uno contro uno e dotato di un tiro dalla media distanza di precisione chirurgica. Fiuto del gol e mancino puro che lo rendono ancora di più un attaccante imprevedibile e letale. Per coach Samperi una ciliegina importante di un mercato ad oggi di assoluto livello in linea con le grandi insidie che presenterà il tortuoso e difficile massimo campionato italiano.

Pietro Santercole