skin adv

Il Genzano dopo il Latina ferma anche la Fortitudo Pomezia. Di Fazio: "Preparazione importante"

 12/09/2018 Letto 488 volte

Categoria:    Serie C1
Autore:    Redazione
Società:    GENZANO





Parla il nostro Mister Marco Di Fazio, tra i primi test ufficiali, la preparazione, i nuovi volti e la voglia di iniziare ufficialmente questa nuova stagione.

Buongiorno Mister, siamo ormai alla quarta settimana di preparazione per la squadra, tra allenamenti quotidiani e doppie sedute che impressione ti sei fatto sulla nuova rosa?

"Buongiorno...Il periodo di preparazione è una fase importante per permettere alla squadra di assimilare le codifiche di gioco.
Voler proporre una fase di possesso con principi di gioco e idee necessita di tanto tempo, e in questa categoria durante l'anno ci sia allena poco per poi poter ottenere una manovra fluida e strategica.
Per questo motivo si cerca di lavorare quotidianamente in questa fase. Abbiamo la base dei ragazzi dell'anno scorso, stiamo inserendo nei meccanismi i nuovi e cercando di far crescere in tutto i nostri under..."

Veniamo da due test match di assoluto prestigio, due grandi prestazioni con prima una squadra di Serie A1, il Latina C5....e poi una di Serie B, la Fortitudo Pomezia....due pareggi per 4 a 4 ma sopratutto due partite vere, quali sono le tue impressioni?

"Abbiamo avuto il piacere di ospitare al PalaCesaroni due grandi realtà, é sempre un piacere che una società di A1 ci abbia ritenuto sparring partner importanti per fare una gara amichevole.
Con il Latina siamo stati molto bravi nella fase di non possesso, essendo costretti a sottostare alla loro qualità. Il Pomezia è anch'esso un roster da serie A, e nonostante qualche ingenuità eccessiva, siamo stati bravi a rimanere aggrappati alla gara anche nei momenti più difficili"

La scorsa settimana c'é stata la tradizionale festa dei calendari e abbiamo finalmente scoperto il nostro Girone, cosa ne pensi? Quale saranno secondo te le squadre destinate a lottare per il vertice e dove possiamo collocare il Genzano C5?

"Il Girone evidenzia una grande qualità tutta spostata nel raggruppamento A. Sulla carta il Cisterna dovrebbe fare un campionato da primato, e poi vedo un forte livellamento verso l'alto. La differenza in questa categoria la fanno ancora i campi da gioco;
si passa da un 40x20 dei palazzetti, a palestre fino a campi esterni piccolissimi. Credo che la nostra più grande capacità debba essere quella di sapersi adattare a queste continue variazioni avendo la capacità di modificare la propria identità di settimana in settimana".

Mancano 10 giorni all'esordio casalingo contro il Vallerano C5, il pubblico genzanese già dalle prime uscite amichevoli sta facendo sentire il suo sostegno e aspetta con grande entusiasmo questa partita, come ci arriva la squadra?

"Un anno fa quando presi in mano questa squadra dissi che Genzano ha una storia nel futsal, e dobbiamo continuare con le nostre forze a rispettare il fatto che in Italia si sa cosa si è vissuto nel Palacesaroni.
É vero, sentiamo affetto e tanta gente sta tornando sugli spalti, e per ripagare tutto questo il nostro dovere è lottare ogni secondo di gioco su ogni palla giocabile. La volontà maggiore è portare i bambini a giocare e vivere il futsal come sport primario e non derivato; questà è davvero uno splendido orizzonte che vorremmo raggiungere."

Mister, cosa ti senti di dire ad oggi ai nostri giocatori?

"Ai miei giocatori dico tante cose, ma sempre e solo in un posto sacro chiamato spogliatoio. Lì dentro nasce l'empatia di un gruppo di lavoro. Pubblicamente voglio dirgli solo che non ho ancora trovato un gesto più bello di un triangolo mobile 😃😃"

UFFICIO STAMPA GENZANO C5