skin adv

Active, il ritorno in Serie B di Callegari: “Consapevoli delle nostre qualità”

 05/10/2018 Letto 1045 volte

Categoria:    Serie B
Autore:    Marco Panunzi
Società:    ACTIVE NETWORK





Una delle facce nuove per il roster viterbese, uno degli elementi del massiccio rinnovamento operato dall’Active Network in sede di futsalmercato estivo. Mattia Callegari difenderà i pali del sodalizio del patron Fusi, portiere in cerca di riscatto.

SECONDA OCCASIONE – Per un calcettista giovane come lui non è tardi per ripartire dopo un momento negativo. Un classe ’95 ha molta strada davanti a sé per mostrare le sue qualità e stupire. “Quando si è presentata la possibilità di venire a Viterbo l’ho vista potenzialmente come promettente per me e non mi sono sbagliato. Siamo un bellissimo gruppo sia dentro che fuori dal campo, una cosa molto importante per me che vengo da un anno non molto positivo e cerco riscatto”, le parole di Mattia Callegari, estremo difensore piemontese arrivato in estate alla corte di Ceppi. Nel suo passato le giovanili con l’Asti fino all’Under 21, poi il passaggio al Fossano che non porta i frutti sperati e Mattia, proprietario del suo cartellino, va in prestito in C1 per avere maggiore minutaggio. Infine si palesa l’occasione Viterbo, impossibile da rifiutare. “La prospettiva di tornare a giocare in un campionato nazionale è oggettivamente il principale stimolo per fare bene. Da solo basta per motivarmi a dare il meglio”.

POTENZIALE – L’Active Network sembra già girare molto bene. Se il buongiorno si vede dal mattino si prospetta un cielo limpido per il club viterbese. “La gara con la Lazio ci ha dato tanta consapevolezza, in un momento in cui forse mister Ceppi era convinto anche più di noi delle nostre potenzialità. I tornei a Venafro e Padova, i primi incontri della stagione dicono che abbiamo molta qualità, sia come giocatori di movimento che come pacchetto portieri siamo una rosa molto valida”, il pensiero del portiere, che allude alle ottime prove contro Arzignano e Petrarca nel pre-season e al 5-4 con la Lazio in Coppa della Divisione (poi ribaltato dalla giustizia sportiva). Ma che nel contempo è conscio del fatto che la possibilità di adagiarsi sugli allori non c’è, è già tempo della trasferta ad Aprilia che apre le sfide di B. “Sappiamo che è un campionato difficile, dobbiamo stare attenti a tutte le squadre che incontreremo sul nostro cammino. Però mi sento pronto, come tutti i miei compagni, a mettere in campo tutte le mie qualità per il bene dell’Active”. E per provare ad essere protagonista in questo ritorno in Serie B.


Marco Panunzi