skin adv

Real, Ruzzier indica la via: “Crediamo in noi e battiamo l’Aranova”

 12/10/2018 Letto 187 volte

Categoria:    Serie C1
Autore:    Redazione
Società:    REAL CIAMPINO





Uscito sconfitto al PalaOlgiata, il Real Ciampino ha dato subito un segnale di riscatto in Coppa Lazio ottenendo un’importantissima vittoria esterna. Sabato attende tra le mura amiche un’Aranova che in campionato viene da due pesanti sconfitte.

RUZZIER – “Contro il Cortina siamo partiti malissimo subendo un passivo di 3-0 - dichiara l’esperto Giorgio Ruzzier, uno dei volti nuovi in casa rossoblù -. Siamo stati bravi a reagire e a ridurre il gap, ma nel secondo tempo tre legni e un’espulsione dubbia ci hanno complicato ulteriormente il cammino. Il mister ha tentato la carta del portiere di movimento ma non è bastato. Purtroppo non eravamo al completo, ma questo non deve essere un alibi e non può condizionarci. Ci occorre maggiore personalità e fame agonistica, dopo l’exploit all’esordio ci siamo fermati, con il Cortina dovevamo fare di più”. Passata l’amarezza per la seconda sconfitta consecutiva in campionato, il calendario offriva al team rossoblù un immediato riscatto in Coppa Lazio contro il Real Stella: “Ci siamo presentati con una squadra ridotta ai minimi termini, siamo stati bravi, soprattutto gli Under, a capire il momento e siamo tornati a casa con un’ottima vittoria che fa bene al morale e porta serenità nell’ambiente in vista della partita di sabato”.  A Ciampino verrà un’Aranova che, come il Real, dopo la vittoria all’esordio ha subito due stop consecutivi: “Senza dubbio vogliamo la vittoria, siamo una squadra che al completo non deve temere nessuno e lo abbiamo dimostrato, dobbiamo migliorare alcuni aspetti e credere nei nostri mezzi”.  Ruzzier, nonostante sia uno dei volti nuovi, può essere considerato per la sua esperienza uno dei senatori nel team ciampinese: “Sto benissimo qui, è l’ambiente giusto per trovare stimoli importanti, abbiamo un pubblico molto caloroso e alle spalle una società seria che da subito mi ha fatto un’ottima impressione. Con i nuovi compagni mi trovo molto bene, gli anni cominciamo a passare anche per me - conclude Ruzzier -, ma, nonostante mi trovi ad essere uno dei più anziani, affronto ogni stagione con la grinta di un bambino”.


Marco Modugno