skin adv

Hornets, segnali di crescita. Caiazzi: "Passi in avanti, ma serve più cinismo"

 02/11/2018 Letto 126 volte

Categoria:    Serie C1
Autore:    Alessandro Pau
Società:    SPORTING HORNETS





Lo Sporting Hornets esce dalla trasferta con la Pro Calcio Italia con un punto molto importante, conquistato dopo un 4-4 che lascia addirittura dell’amaro in bocca all’estremo difensore Caiazzi per le diverse occasioni sprecate.

PUNTO D’ORO – La trasferta della sesta giornata di campionato per lo Sporting Hornets risultava abbastanza proibitiva, almeno sulla carta, ma Caiazzi e compagni sono riusciti ad uscire con un buonissimo pareggio per 4-4. “Per una squadra che come noi punta alla salvezza, si tratta di un punto molto importante, conquistato sul campo di una squadra che invece ha ambizioni molto più alte – afferma Ivano Caiazzi –. Sinceramente c’è anche del rammarico perché avremmo potuto addirittura vincere, ma allo stesso modo avremmo potuto perdere: credo che in fin dei conti, per quanto visto, il risultato più giusto sia il pareggio”.

REAL CIAMPINO – Nella prossima giornata lo Sporting Hornets affronterà il Real Ciampino, una squadra che fino ad ora ha collezionato un solo punto in più del club di De Santis, che al momento occupa l’ultima posizione del Girone B di Serie C1 a quota 5. “Guai a sottovalutare la partita – sentenzia Caiazzi –. Il Real Ciampino è una squadra con valori tecnici notevolissimi, ed io non riesco a spiegarmi come mai occupi quella posizione in classifica. Sarà una partita complicata, in cui dovremo dare il massimo e cercare di non sbagliare troppo sotto rete, poiché questo per ora è il nostro tallone d’Achille”.

TREND INVERTITO? – Dopo un inizio di stagione molto deludente, lo Sporting Hornets ha iniziato a racimolare punti e prestazioni: in Coppa Lazio ha passato il turno con una splendida rimonta al ritorno, in campionato viene da due risultati utili consecutivi. “Se è cambiato qualcosa? Siamo ancora nelle prime fasi, saranno le prossime partite a parlare. Sicuramente c’è stato un passo avanti – afferma il portiere – ma dobbiamo lavorare e migliorare. Le statistiche dicono che abbiamo una difesa da top 5 ed il penultimo attacco del girone: è un dato che ci deve far riflettere. Sono sicuro delle potenzialità di questa squadra e delle capacità, se iniziamo a buttarla dentro con maggiore frequenza potremo scalare posizioni. Ora è il momento di ripagare la società per tutti gli sforzi che ha fatto per noi e per il supporto che ci dà sempre”.


Alessandro Pau




COPIA SNIPPET DI CODICE