skin adv

Castel Fontana, basta alibi. Cavallo: "Siamo padroni del nostro destino"

 02/11/2018 Letto 159 volte

Categoria:    Serie C1
Autore:    Redazione
Società:    REAL CASTEL FONTANA





Sabato contro il Velletri capolista è arrivato un altro stop casalingo, ora la difficile trasferta di Anzio, da affrontare con alcune defezioni.

CAVALLO – “Contro il Velletri è stata una partita a tratti ben giocata da noi, purtroppo a lungo andare ha prevalso il loro maggiore tasso tecnico e abbiamo pagato caro alcune disattenzioni – Giuliano Cavallo analizza in questo modo la sconfitta contro la capolista –. In questo periodo, oltre a mancarci il risultato, abbiamo dei giocatori non al top della condizione, ma questo non toglie meriti al Velletri, che ha fatto la sua partita”. Il Castel Fontana nel weekend affronterà la trasferta di Anzio, avversario l’Anziolavinio di De Angelis, squadra ancora imbattuta e con una partita da recuperare: “Sappiamo che sarà una partita difficile, il nostro approccio al match rimarrà invariato, scenderemo in campo per fare risultato. Dobbiamo cercare a tutti i costi di uscire da questa situazione, farlo ad Anzio sarebbe un ottimo inizio per ricominciare – prosegue il talentuso giocatore del Castel Fontana –. Non saremo del match né io, causa squalifica, né capitan Montagnolo per infortunio, ma sono certo che i miei compagni daranno il massimo. Come già ho detto, il nostro obiettivo attuale è quello di uscire quanto prima da questa situazione di classifica che non ci compete”. Il campionato per i rossoneri ha avuto una partenza piuttosto in salita, cosa preventivabile avendo rivoluzionato la rosa: “Esattamente. L’avvio non è stato dei migliori, ma sapevamo che sarebbe stato un campionato difficile, quest’anno la rosa è giovane, eravamo consci che ci sarebbe voluto del tempo per amalgamarci e fare gruppo, stiamo crescendo e posso dire che il tempo della maturazione è quasi arrivato, non abbiamo più alibi, dobbiamo cercare di onorare la maglia e il campionato – conclude Cavallo –. Tanti anni in questa categoria mi hanno insegnato che ogni partita è storia a sé, puoi giocartela e fare risultato con tutti, questo ci fa ancora più male perché le sconfitte che abbiamo subito fino a questo momento erano tutte evitabili, il destino è solo nelle nostre mani e la strada la decidiamo noi”.


Marco Modugno 




COPIA SNIPPET DI CODICE