skin adv

Successo in rimonta per la Vis Sora: il Kosmos si arrende di misura

 04/11/2018 Letto 89 volte

Categoria:    Serie D
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    VIS SORA





Terzo  risultato utile di fila per i bianconeri della Vis Sora, che tra le mura amiche dell' Olimpia Center, di fronte ad una nutrita cornice di pubblico, regolano di misura la coriacea Kosmos Strangolagalli. Gara impegnativa, come ci si attendeva alla vigilia, ma risultato che premia appieno i ragazzi del patron D'Ambrosio (questa volta assente), ancora una volta scesi in campo indossando la maglia giallo-amuleto.

Contesa che inizia con una lunga fase di studio, nella quale le due compagini si preoccupano più di limitare i danni che di offendere. Prova ne sia il computo dei falli,  giunto subito alla soglia del tiro libero per entrambe le contendenti. Alla prima vera occasione il Kosmos passa in vantaggio: una  disattenzione del reparto arretrato bianconero  consente una rapida incursione agli ospiti, tiro scoccato dalla media distanza e palla a gonfiare la rete all'angolino basso. Siamo appena al 15esimo minuto.  La Vis però non demorde e nonostante il passivo continua ad ordire interessanti trame di gioco, purtroppo mai concretizzate per l'endemica imprecisione in zona goal. Dopo appena 4 giri di orologio sopraggiunge la classica doccia fredda, con l' improvviso raddoppio della squadra ospite. L' azione si sviluppa in maniera del tutto simile a quella da cui pochi istanti prima era scaturito il vantaggio: sfera rubata a centrocampo, rapida ripartenza, tiro dalla distanza e goal. Al 19esimo minuto il tabellino decreta un 2-0 in favore degli ospiti. A questo punto inizia una nuova partita, scandita da una prestazione tutta cuore, grinta e abilità da parte di una splendida Vis. La rete che lascia aperto uno spiraglio di rimonta in vista della seconda frazione porta la firma di Luigi Tomassi che, quasi allo scadere del primo tempo, trafigge il portiere ospite dal limite dell'area, dopo aver chiuso splendidamente un triangolo con il bravissimo Fabio Pagliaroli  (di notevole fattura il suo assist con il tacco). Si va al riposo sull'1-2, ma è l'inerzia della gara, orientata a favore dei padroni di casa,  a lasciar ben sperare i numerosi sostenitori locali.

Il secondo tempo inizia con l' intento degli ospiti di alzare la pressione nel tentativo di irretire le iniziative della Vis, sottraendo respiro alla manovra. L'impasse bianconero dura solo una manciata di minuti, quelli necessari alla squadra per eludere il forcing avversario e al numero 10 Daniele Recchia per imbroccare la giocata della partita, con un fendente che, dopo una leggera deviazione, si insacca all'incrocio dei pali, senza lasciare scampo all'estremo difensore ospite. Sulle ali dell'entusiasmo la Vis continua a produrre gioco fino al vantaggio. La firma è sempre quella di Daniele Recchia, abile questa volta a battere a rete sfruttando una palla vagante sul limite dell'area di rigore avversaria. Sul 3-2 il Kosmos Strangolagalli, proteso in avanti alla spasmodica ricerca del pareggio,  inizia a sbilanciarsi, lasciando aperte ampie praterie alle scorribande in contropiede dei padroni di casa. Proprio in occasione di una di queste sortite matura il 4-2. Ad apporre il sigillo questa volta è Marco Alonzi, bravissimo a ricevere a metà campo e a freddare il portiere ospite in uscita dopo una cavalcata in solitaria. Proprio il giovane talento bianconero ha l'opportunità di chiudere il match qualche minuto più tardi, ma dopo aver perso l'attimo per concludere, commette sull'estremo difensore avversario il fallo numero 5 che si traduce nell'inevitabile tiro libero.  Pozzuoli, già in precedenza autore di un intervento prodigioso dagli undici metri, questa volta non può nulla e il Kosmos approfitta per accorciare le distanze. Al 27esimo minuto siamo 4-3  e sull'Olimpia Center iniziano già ad aleggiare i fantasmi di una malaugurata rimonta. Gli ultimi minuti, giocati dagli ospiti con il portiere di movimento, non regalano però ulteriori emozioni e al triplice fischio c'è solo spazio per la gioia del pubblico sulle tribune. Ora la vis osserverà un turno di riposo.  Saranno due settimane intense di lavoro in vista della serata di gala del 16 novembre, quando presso palazzetto dello sport di Atina, andrà in scena l'affascinante derby contro il Football Città di Sora.


Ufficio Stampa Vis Sora




COPIA SNIPPET DI CODICE