skin adv

Štendler regala una storica qualificazione: Maccan avanti in Coppa Italia

 08/11/2018 Letto 59 volte

Categoria:    Serie B
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    MACCAN PRATA





Ci sarà anche il Maccan Prata nei sedicesimi di Coppa Italia di serie B. Per la prima volta nella sua storia. Senza strafare, ma con cinismo e attenzione, gli uomini di Salfa superano 3-2 in rimonta il Pordenone, assicurandosi il successo finale nel triangolare del primo turno. Lunedì il sorteggio stabilirà quale sarà l’avversaria, comunque nell’ambito del girone B di campionato; intanto in casa Maccan ci si gode il secondo derby consecutivo vinto, terzo se si considera l’under-19. Molti i segnali positivi, a cominciare dagli esordi in prima squadra dell’opitergino Zanchetta, lo scorso anno al Gorgo, e del giovane portiere Verdicchio: assieme a lui, dall’under-19, anche il capitano Dindo, oltre ai “double-face” Bortolin e Moras.
 
LA PARTITA - Gialloneri col freno a mano tirato nella prima frazione. Il vantaggio del Pordenone è precoce e arriva a 1’51” con Grzelj: sua la conclusione dal limite che spezza un equilibrio che, sul piano del gioco, fa presto a estendersi nuovamente. Neroverdi e Maccan giocano a viso aperto, con diverse occasioni per parte, ma solo a 18’44” la gara torna in parità, grazie ad un tocco dal limite di Della Bianca su corner di Bortolin. La rete sigilla la prima frazione, il cui copione resta pressoché invariato nella ripresa. Anche qui, tuttavia, è il Pordenone a cominciare in forcing e a riportarsi avanti nel parziale. A 6’55” il 2-1, con una botta da fuori di Kamencic. Salfa allora osa. Entra Vulikic come portiere di movimento e i neroverdi prendono a chiudersi. Quindi, a 13’35”, l’equilibrio è ritrovato, ancora con una zampata di Della Bianca, ancora su assist di Bortolin. Il tecnico pratese poi rischia, tenendo in campo il portiere di movimento; ma la mossa è utile a “gigioneggiare”, a far scorrere i minuti in possesso, col Pordenone attento a non scoprirsi. L’omologo avversario, Asquini, l’estremo volante se lo gioca solo negli ultimi 4′, senza sortire effetto. Anzi, l’unica conseguenza è il gol del definitivo 2-3, a 11” dal termine, su una palla persa dai neroverdi in difesa: freddo Štendler a spedire la sfera sotto l’incrocio, anticipando il verdetto della sirena.
 
MARTINEL PORDENONE 2
MACCAN PRATA 3
 
MARTINEL PORDENONE Vascello e Fanigliulo (portieri), Zuliani, Grželj, Tudorache, Fabbro, Barzan, Kamenčic, Milanese, Finato, Grigolon, Kapun. All. Asquini.
MACCAN PRATA Verdicchio e Marchesin (portieri), Poser, Zanchetta, Della Bianca, Vulikic, Buriola, Štendler, Dindo, Spatafora, Bortolin, Moras. All. Salfa.
Arbitri Pozzobon e Voltarel di Treviso; cronometrista Di Filippo di Treviso.
Marcatori: 1’51” Grželj, 18’44” Della Bianca; S.T. 6’55” Kamenčic, 13’35” Della Bianca, 19’49” Štendler.
Note Allontanato l’allenatore in seconda del Maccan Prata Piani. Ammoniti Bortolin, Zuliani. Tiri liberi 0/0 e 0/0.
 
Ufficio stampa Maccan Prata



COPIA SNIPPET DI CODICE