skin adv

#SerieAFutsal, il Pesaro si ferma a Eboli: niente sorpasso. Derby al Latina

 09/11/2018 Letto 249 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    VARIE





La capolista Maritime Augusta resta l’unica squadra finora imbattuta della Serie A planetwin365. Negli anticipi della settima giornata, una grande Feldi Eboli sfodera infatti una prestazione maiuscola e supera 7-5 – al termine di una sfida emozionante e spettacolare – l’Italservice Pesaro di Fulvio Colini, alla prima sconfitta di questo campionato. Nell’altro incontro in programma, prima vittoria stagionale per il Lynx Latina e primo successo nel massimo campionato da tecnico per Alfredo Paniccia: i pontini si aggiudicano 4-2 in trasferta il derby con la Lazio e lasciano alla formazione guidata da Fabrizio Reali gli scomodi panni di fanalino di coda.
 
LA FELDI EBOLI SI ESALTA - In un Pala Dirceu vestito a festa e unito nel sospingere la Feldi Eboli, il primo tempo tra la formazione di Basile e l’Italservice corre via sul filo dell’equilibrio: André colpisce una traversa a metà frazione, mentre gli argentini Taborda e Borruto mettono i brividi ai padroni di casa. La gara si sblocca a cinque minuti dall’intervallo: Miarelli compie un grande intervento sulla bordata di capitan Pedotti, ma non può nulla sullo splendido tap-in al volo di Frosolone. La gioia del pubblico, però, dura una manciata di secondi perché i ragazzi di Colini sfruttano benissimo una palla inattiva e raggiungono l’immediato pareggio con Borruto. Nella ripresa sono autentici fuochi d’artificio. Dopo tre minuti Laion, come al solito, si proietta in avanti e pesca Romano, che con una perfetta puntata all’angolino batte l’amico Miarelli e firma il 2-1. Anche qui il vantaggio dura meno di un minuto, anche qui sono gli sviluppi di una palla inattiva a spezzarlo: Bocao si immola sul tiro di Borruto, che però caparbiamente recupera, pesca Marcelinho che serve ‘a rimorchio’ Honorio che insacca. E’ forse il miglior momento degli uomini di Colini, che per la prima volta passano in vantaggio con il capitano Tonidandel, a segno ancora una volta su tap-in dopo il miracolo di Laion su Fortini. Stavolta la reazione è della Feldi, che riporta l’incontro in equilibrio grazie all’involontaria collaborazione di Miarelli, che non può evitare l’impatto con il pallone dopo il palo di André e vede lo stesso finire inesorabilmente in rete: 3-3. Il folletto Josiko realizza il nuovo sorpasso – trovando l’ottavo gol stagionale – sugli sviluppi di uno schema da angolo, ma dopo appena 37 secondi arriva la risposta dei “rossiniani”: Bocao colpisce di mano su tiro di Borruto, l’arbitro gli mostra il secondo giallo e decreta il rigore. Dal dischetto, il ‘Cholito’ Salas non sbaglia. La Feldi Eboli, anziché accusare il colpo, si esalta. Arrieta con un guizzo trova il 5-4, poi in superiorità numerica (rosso a Salas per un colpo ad André) si ripete sull’assist al bacio di Scigliano. Colini e l’Italservice rischiano il tutto per tutto con Taborda portiere di movimento, ma Honorio tiene troppo il pallone sulla linea di porta e Arrieta lo beffa siglando la tripletta personale, mettendo al sicuro la vittoria dei campani. Malgrado il secondo gol personale di Borruto, capocannoniere del campionato (9 reti). La Feldi Eboli sale a 13, a un punto dal Pesaro.
 

PRIMA VITTORIA LATINA - Approccia meglio la Lazio, che nei primi minuti riesce a creare più del Latina, andando vicino al gol con Rocha e Gedson. Provano a sciogliersi gli ospiti: Carlinhos spacca la traversa su calcio di punizione. È Battistoni a dettare i ritmi dei pontini, cresce l’argentino e cresce tutta la Lynx, che però scopre il fianco alle ripartenze laziali con Gedson che sfiora il vantaggio: il suo pallonetto al 12′ sfiora il palo e termina fuori. Il gol è nell’aria e lo realizza Misael che, strappando palla in prima linea, si presenta a tu per tu con Chinchio senza sbagliare: Lazio avanti al 13′. La risposta nerazzurra è immediata: Carlinhos ruba palla su un calcio di punizione laziale, si invola a tutto campo e beffa Del Ferraro che non riesce a contenere il tiro, al 14′ è 1-1. Inizio ripresa pieno di emozioni. La Lazio ripassa avanti con Scheleski al secondo minuto: il brasiliano dribbla Chinchio e deposita in rete, il pallone sorpassa la linea di pochi centimetri, con Chiariello che senza esitazioni convalida il 2-1. Il Latina però non molla la presa, anzi: Carlinhos fa 2-2 al termine di un’azione confusa e Battistoni segna un ‘golaço’ per il sorpasso nerazzurro al quinto. La Lazio accusa il colpo: all’ottavo Carlinhos colpisce la seconda traversa di giornata, graziando i romani. È una gara piena di colpi di scena: all’ottavo Anas viene espulso per somma di ammonizioni e i biancocelesti provano a sfruttare la superiorità numerica: la traversa di Misael e il palo di Scheleski negano il gol del pari alla Lazio. A sbarrare la strada anche Chinchio che compie una top parata su Rocha. Così, a metà tempo, Lo Cicero si presenta solo contro Del Ferraro, superandolo e propiziando l’autogol di Scheleski che non riesce nel disperato tentativo di evitare il gol. A 5′ dalla fine, Reali si gioca il portiere di movimento. Bizjak ha la palla per riaprirla, ma manca l’appuntamento sul secondo palo. Le squadre si disuniscono, il finale è tanto confuso quanto emozionante e fioccano le occasioni, senza però che il punteggio cambi più. Finisce il derby, con il Latina di Paniccia che espugna il PalaGEMS ottenendo la prima vittoria stagionale. Lazio ancora ferma a un punto, punita per essere stata meno brava a sfruttare gli episodi al termine di una gara equilibrata.IL LIVE 

DIRETTA STREAMING

SERIE A PLANETWIN365 – 7ª GIORNATA
VENERDI’ 9 NOVEMBRE 2018 – ore 20.30

FELDI EBOLI-ITALSERVICE PESARO 7-5 (1-1 p.t.)

FELDI EBOLI: Laion, Romano, Arrieta, Bocao, André, Frosolone, Josiko, Scigliano, Pedotti, Nigro, Caponigro, Fortunato, Lettieri, Pasculli. All. Basile 
ITALSERVICE PESARO: Miarelli, Salas, Honorio, Taborda, Marcelinho, Del Grosso, Tonidandel, Fortini, Borruto, Borrea, Mateus, Elenilson, Polidori, Morganti. All. Colini 
MARCATORI: 15’25’’ p.t. Frosolone (F), 16’05’’ Borruto (P), 3’10’’ s.t. Romano (P), 4’03’’ Honorio (P), 7’30’’ Tonidandel (P), 9'59'' aut. Miarelli (P), 11'12'' Josiko (F), 11'39'' rig. Salas (P), 14'34'', 16'55'' e 19'02'' Arrieta (F), 19'32'' Borruto (P) 
AMMONITI: Bocao (F), Mateus (P), Pedotti (F), Marcelinho (P) 
ESPULSI: Bocao (F) all'11'38'' del s.t. per somma di ammonizioni, Salas (P) al 15'27'' del s.t. per comportamento scorretto 
ARBITRI: Carmelo Loddo (Reggio Calabria), Giovanni Zannola (Ostia Lido) CRONO: Giuseppe Galasso (Avellino)

LAZIO-LYNX LATINA 2-4 (1-1 p.t.)

LAZIO: Del Ferraro, Gedson, Scheleski, Misael, Rocha, Biscossi,, Chilelli, De Lillo, Bizjak, Lupi, Ottaviani, Afilani, Giulii Capponi, Piermarini. All. Reali
LYNX LATINA: Chinchio, Carlinhos, Battistoni, Lo Cicero, Anas, Menichella, Aiello, Raimondi, Mannucci, Cretella, Palmegiani, Lo Cicero, Antonito, Edu. All. Paniccia
MARCATORI: 12'36'' Misael (L), 13'10'' Carlinhos (LL), 1'54'' s.t. Scheleski (L), 3'46'' Carlinhos (LL), 4'55'' Battistoni (LL), 10'16'' aut. Scheleski (LL)
AMMONITI: Gedson (L), Battistoni (LL), Aiello (LL), Anas (LL), Bizjak (L)
ESPULSI: 7'38'' s.t. Anas (LL) per somma di ammonizioni
ARBITRI: Ruggiero Chiariello (Barletta), Luigi Fiorentino (Molfetta) CRONO: Alessandra Carradori (Roma 1)

SABATO 10 NOVEMBRE 2018 – ore 16

ARZIGNANO-META CATANIA BRICOCITY
ARBITRI: Giovanni Beneduce (Nola), Sue Ellen Salvatore (Gallarate) CRONO: Stefano Billo (Vicenza)

MARITIME AUGUSTA-CAME DOSSON ore 18
ARBITRI: Riccardo Davì (Bologna), Giovanni Ferraioli Vitolo (Castellammare di Stabia) CRONO: Paolo Francesco Buscemi (Enna)

CIVITELLA COLORMAX SIKKENS-LOLLO CAFFE’ NAPOLI ore 18.30
ARBITRI: Fabrizio Burattoni (Lugo di Romagna), Lorenzo Cursi (Jesi) CRONO: Luca Moscone (L’Aquila)

RINVIATA AL 18 DICEMBRE
REAL RIETI-ACQUA&SAPONE UNIGROSS




COPIA SNIPPET DI CODICE