skin adv

L’inizio sottotono dell’U17 del Palestrina. Morese: “Tireranno fuori la grinta”

 16/11/2018 Letto 203 volte

Categoria:    Giovanili
Autore:    Marco Panunzi
Società:    SPORTING CLUB PALESTRINA





Campionato partito non nel migliore dei modi per la rappresentativa giovanile del Palestrina: l’Under 17 ha ottenuto solo 4 punti in 4 partite, incappando anche in una larghissima sconfitta. Antonio Morese, al terzo anno da dirigente, non si perde d’animo, convinto che i ragazzi riusciranno ad essere maggiormente grintosi.

INCARICO – “La passione per il calcio a 5 è nata seguendo i primi calci di mio figlio in questo sport. Col passare del tempo, notando l'interesse che mostravo verso l'agonismo dei ragazzi, mi è stato chiesto dalla dirigenza se fossi interessato ad un incarico in società, in modo da seguire i ragazzi da vicino”, racconta Antonio Morese, al terzo anno nel ruolo dirigenziale. I primi due si è interessato dei Giovanissimi, allenati dal fedelissimo Butnaru, mentre in questa stagione ha iniziato a lavorare col tecnico della Under 17, Augusto Pompilio. “Devo dire che sono abbastanza soddisfatto di seguire i ragazzi, anche se devo fare qualche volta dei sacrifici per far coincidere gli impegni sportivi con quelli professionali: sono ricambiato dalla gioia che provo a lavorare con loro”, le parole del dirigente, abituato a interpretare il ruolo usando molta empatia e partecipazione. “Cerco di essere sempre disponibile verso di loro, anche per eventuali problematiche fuori dal calcio a cinque”.

TORNEO – Il campionato non è cominciato propriamente nel migliore dei modi per l’Under 17 prenestina: il pari all’esordio con il Borussia e la vittoria alla 3° giornata con lo Sporting Eur fanno da contraltare a due sconfitte, una delle quali di dimensioni importanti contro il San Martino a San Leone (16-0). “Non sempre è possibile vincere, a volte occorre fare i conti anche con la superiorità dell'avversario. Per il campionato appena iniziato la partenza non è stata di quelle esplosive ma sono sicuro che i ragazzi hanno le potenzialità per crescere e Pompilio, tecnico navigato, con il tempo forgerà una squadra competitiva e grintosa”, le speranze di Antonio, che confida nelle qualità del tecnico per vedere un Palestrina all’altezza delle sue ambizioni. Soprattutto in riferimento alla componente caratteriale. “Forse è proprio la grinta che manca un po' ai ragazzi durante le partite ufficiali, ma sono sicuro che prima o poi la tireranno fuori”.


Marco Panunzi





Pubblicità