skin adv

Lidense, voglia di reagire. L'imperativo di Fia: "Rialziamo subito la testa"

 30/11/2018 Letto 119 volte

Categoria:    Serie D
Autore:    Redazione
Società:    CONAUTO LIDENSE





Arriva una sconfitta nel recupero della terza giornata di campionato per la Lidense: finisce 4-9 per il Casalotti. Lidense che avrà l’opportunità di rifarsi già stasera nell’impegno di campionato contro il Città Eterna. Alessandro Fia, laterale della Conauto, sa che la squadra ha perso, contro il Casalotti, l’occasione di rilanciarsi nel girone: “Dopo aver trovato il doppio vantaggio, abbiamo smesso di giocare, abbiamo mollato di testa”.

SENSAZIONI – La Lidense ha mantenuto l’ossatura dell’anno scorso con l’inserimento di innesti validi: “Siamo un gruppo di amici prima di tutto, con l’aggiunta quest’anno di altri bravi ragazzi che hanno voluto intraprendere questa stagione con noi”. Mercoledì scorso la partita contro il Casalotti non è andata come previsto: “Avevamo iniziato in modo corretto, con sicurezza, portandoci subito in vantaggio di due reti a zero, forse dopo pensavamo di poter gestire la partita e abbiamo sottovalutato i nostri avversari - analizza Fia -. Un errore imperdonabile, tanto che siamo andati in confusione, commettendo tanti errori”. Fia e la squadra, comunque, cercano di guardare in avanti, pensando ormai ai prossimi impegni, nella speranza di ritrovare un po' di fiducia: “Abbiamo voglia di rimboccarci le maniche e di rifarci subito perché stiamo lavorando bene e vogliamo rialzare la testa per non scoraggiarci”.

CITTÀ ETERNA – L’aver giocato più partite in pochi giorni non sembra aver influenzato, secondo Fia, le prestazioni della Lidense: “Non deve essere un problema, giochiamo tutti da tanti anni e siamo abituati a fare questi tour de force. Cerchiamo solo di risalire in classifica, cercando di divertirci”. Oggi la Lidense scenderà in campo contro il Città Eterna: “Partita ostica, dobbiamo assolutamente fare punti per non rimanere nelle zone basse del girone. Per uscire dal campo con un risultato positivo, dovremo essere più concreti sottoporta rispetto alle nostre ultime uscite”.


Federico Pucci




COPIA SNIPPET DI CODICE